menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sicurezza in mare: il decalogo della Capitaneria di Porto

Gli ultimi tragici fatti accaduti sulle coste abruzzesi hanno riacceso il dibattito sulla sicurezza in mare e sulle spiagge. Ecco le regole da seguire che ci ha indicato la Capitaneria di Porto di Pescara per stare tranquilli

capita_1L'estate è entrata ormai nel vivo. Le vacanze sono iniziate quasi per tutti, ed in molti come sempre hanno scelto di trascorrerle sulle spiagge passando giornate all'insegna del divertimento e relax sulle coste abruzzesi.

Spesso però, ci si dimentica che il mare, in alcuni casi, può essere nostro nemico, soprattutto se non si rispettano le regole fondamentali per evitare incidenti che spesso sono banali, ma che in alcuni casi possono trasformarsi in tragedie.

Come è accaduto circa 10 giorni fa, quando in un solo giorno due persone sono morte annegate sulle coste abruzzesi, e decine sono stati gli interventi di salvataggio ad opera della Guardia Costiera e delle cooperative di bagnini impegnate su tutto il territorio regionale.

Veri e propri angeli custodi delle nostre vacanze, che vigiliano costantemente sui bagnanti e sono sempre pronti ad intervenire in caso di emergenze.

Ma spesso questi incidenti possono essere evitati. La Capitaneria di Porto di Pescara, ha messo a disposizione una brochure informativa riguardante la sicurezza in spiaggia.

Durante il periodo estivo gli uomini del comandante Antonio Basile, infatti, devono spesso intervenire in situazioni difficili, quasi sempre causate dalla distrazione o dalla mancata informazione dei bagnanti.

Per questo la Capitaneria di Porto, in collaborazione con il Ministero dell'Ambiente, ha pubblicato "L'Ambiente e il tuo mare" edizione 2009, una dispensa distribuita in tutti gli stabilimenti balneari e nei principali luoghi di aggregazione estiva.

Una vera e propria guida per informare tutti dei rischi che si corrono in mare, con alcuni consigli su come intervenire in caso di emergenza, sull'attrezzatura indispensabile da procurarsi quando si esce in mare e su come evitare incidenti e tragedie.

Vediamo quali sono i principali consigli da ricordare:

Le regole ed in consigli sulla spiaggia ed in acqua

  • Far passare almeno tre ore dall'ultimo pasto prima di fare il bagno
  • Dopo una lunga esposizione al sole, entrare in acqua in modo graduale e progressivo. Bagnarsi prima la testa e poi il corpo
  • Evitare di fare il bagno o nuotare a lungo da soli, specie per i nuotatori poco esperti
  • Non tuffarsi se non si conosce la profondità esatta dell'acqua
  • Non bere alcolici ad alta gradazione
  • Mangiare gelati e bibite fredde lentamente
  • Evitare farmaci che creano sonnolenza
  • Evitare il digiuno per molte ore
  • Non esporsi al sole per troppo tempo: gli orari consigliati sono al mattino e nel tardo pomeriggio
  • Evitare di nuotare di notte
  • Non allontanarsi per più di 50 metri dalla riva con materassini e piccoli canotti
  • Non fare il bagno quando è esposta la bandiera rossa, il mare è agitato o l'acqua è fredda
  • Non fare il bagno nei pressi di canali e luoghi frequentati dalle imbarcazioni

Le regole ed in consigli per le attività subacquee

  • Fare immersioni solo se si è in possesso del brevetto
  • Consultare un medico prima di ogni attività subacquea
  • Apnea: immergersi dopo aver fatto due respiri profondi
  • Usare sempre la boa di segnalazione
  • Controllare prima dell'immersione il corretto funzionamento dell'attrezzatura
  • Attendere almeno tre minuti fra un'immersione e l'altra. Al minimo disturbo fisico risalire in superficie
  • E' consigliabile immergersi sempre in presenza di una persona in superficie
  • Il fucile per la pesca può essere usato solo dopo aver compiuto 16 anni, caricarlo in zone lontante dai bagnanti ed oltre 500 metri dalla riva

Le regole ed in consigli per i bambini

  • I bambini con meno di un anno di vita devono sempre rimanere all'ombra
  • Utilizzare sempre la crema solare
  • Utilizzare un cappellino di colore chiaro
  • Le nuvole non riparano a sufficienza dal sole
  • Spalmare la crema prima e dopo ogni bagno
  • Bere molta acqua

Consigli per il primo soccorso ed in caso di emergenza

  • Chiamare subito il numero 1530 e comunicare la posizione e nome della barca
  • Se si ha una radio Vhf utilizzare i canali 16, 0, 70
  • Lanciare subito un salvagente se c'è un uomo in mare, evitare di tuffarsi immediatamente
  • In caso di crampi, distendere la persone sul dorso e cercare aiuto


La guida può essere ritirata gratuitamente presso la Capitaneria di Porto in Piazza della Marina 1 a Pescara.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento