menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si fingono fisioterapisti, derubano due anziane in via Zara a Pescara

Nel pomeriggio di ieri, intorno alle ore 18, due donne anziane residenti in via Zara, sono state derubate di circa 2.500 euro in contanti e gioielli da due persone, un uomo ed una donna, che, raggirandole, sono riuscite ad entrare in casa

Nel pomeriggio di ieri, intorno alle 18, due anziane donne di Pescara, rispettivamente di 86 e 91 anni, residenti in via Zara, sono state raggirate e derubate di circa 2.500 in contanti e gioielli vari.

Il colpo, uno dei tanti episodi che negli ultimi mesi ha avuto come vittima gli anziani, è stato realizzato grazie ad un'abile scusa utilizzata dai malfattori per entrare in casa delle anziane.

Inizialmente, infatti, un uomo, di circa 50 anni e dalla carnagione olivastra, ha bussato alla porta spacciandosi per il sostituto del fisioterapista che regolarmente si reca dalle anziane per effettuare delle terapie.

Le donne ovviamente non si sono insospettite, e lo hanno fatto accomodare in casa. L'uomo ha tenuto la porta di casa aperta volontariamente, in modo da far entrare anche la sua complice, che si è presentata come una sua collaboratrice.

Dopo una finta visita medica, la donna ha chiesto il corrispettivo di 100 euro per la prestazione medica, cogliendo l'occasione per chiedere alle donne di vedere tutte le banconote in loro possesso.

Dopo averle distratte, i due si impossessano quindi di 2.500 euro in contanti e di alcuni gioielli presenti in casa, e con una scusa abbandonano l'abitazione.

Poco dopo, le due anziane si accorgono del furto e denunciano l'accaduto alla Polizia.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento