Cronaca Rancitelli / Via Lago di Capestrano

Immobili occupati da persone che delinquono, scattano gli sgomberi

Il blitz è scattato dopo l'ordinanza di sgombero della Procura, in piena sinergia con tutte le altre forze dell'ordine. Ogni operazione ha un costo di circa 10mila euro e le risorse derivano da fondi della Regione Abruzzo

Iniziata questa mattina l'operazione di recupero degli immobili occupati da persone che delinquono. Il sindaco Carlo Masci ha spiegato:

"Oggi abbiamo sgomberato e riassegnato 2 appartamenti dell'Ater in via Lago di Capestrano 3 e 17: uno di questi è andato a una famiglia con una persona disabile che era bloccata nel suo alloggio per la mancanza dell'ascensore. Queste operazioni andranno avanti fino a fine anno. Hanno partecipato attivamente l'assessore Isabella Del Trecco e il comandante della polizia municipale, Danilo Palestini".

Il blitz è scattato dopo l'ordinanza di sgombero della Procura, in piena sinergia con tutte le altre forze dell'ordine. Ogni operazione ha un costo di circa 10mila euro e le risorse derivano da fondi della Regione Abruzzo: nello specifico, ammonta a 400mila euro la somma finanziata dalla Regione per gli sgomberi.

VIDEO | Masci: "È finito il tempo del Bengodi"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Immobili occupati da persone che delinquono, scattano gli sgomberi

IlPescara è in caricamento