Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Sequestrate 9 tonnellate di rifiuti nel porto in partenza verso il Senegal, erano in un container

I rifiuti erano stato dichiarati come motori, accumulatori elettrici, televisori, mobili, abiti e calzature

Maxi sequestro di rifiuti eseguito nel porto di Pescara dai funzionari Adm (agenzia dogane e monopoli) dell'ufficio delle Dogane di Pescara.
Sono stati infatti bloccati, negli spazi doganali dello scalo portuale pescarese, tre partite di merce per un peso complessivo superiore alle 9 tonnellate. 

I rifiuti erano stivati, come riferisce l'agenzia Dire, in un container e dichiarati per l'esportazione verso il Senegal da operatori con sede nelle Marche.

Il contenuto del container era dichiarato come motori, accumulatori elettrici, televisori, mobili, abiti e calzature ma, a seguito della "visita merci" da parte dei funzionari Adm, la merce in spedizione è risultata essere "rifiuti" e, pertanto, soggetta alla stringente normativa di settore. Inoltre, sono stati rinvenuti due motocicli privi della relativa documentazione, non dichiarati nella bolletta doganale di esportazione. Il container, la merce e i veicoli sono stati posti sotto sequestro e gli autori sono stati denunciati alla competente Procura della Repubblica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrate 9 tonnellate di rifiuti nel porto in partenza verso il Senegal, erano in un container

IlPescara è in caricamento