rotate-mobile
Cronaca

Luci di Natale pericolose, maxi sequestro della Guardia di Finanza

Oltre al sequestro della merce sono state denunciate all’autorità giudiziaria 9 responsabili (un italiano e 8 di nazionalità cinese) per il reato di “frode in commercio”

Maxi sequestro operato dalla Guardia di Finanza di Pescara per luci di Natale pericolose.
In totale i finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria, finora a dicembre, hanno sequestrato circa 3 milioni di luci a led che avrebbero fruttato circa 100mila euro.

Il materiale posto sotto sequestro, luci sia per le decorazioni degli alberi di Natale che per gli addobbi esterni dei balconi, era privo dei requisiti di sicurezza.

Nello specifico, i controlli delle Fiamme Gialle sono stati rivolti a diversi negozi presenti nel territorio pescarese gestiti da persone di nazionalità cinese che avevano in vendita luci di Natale in confezioni con false informazioni circa le certificazioni di qualità e di utilizzo. In particolare, le luci venivano vendute per utilizzo esterno, mentre, in base alle caratteristiche tecniche, potevano trovare impiego solo negli ambienti interni. L’utilizzo di tali articoli in luoghi esposti alle intemperie avrebbe potuto causare seri danni in quanto le spine elettriche delle luci erano prive dei requisiti di sicurezza per essere utilizzate all’aperto.

Le successive indagini hanno consentito di accertare come la filiera commerciale partisse da un fornitore italiano a Roma e da un'importatore cinese di Ciampino.

Oltre al sequestro della merce sono state denunciate all’autorità giudiziaria 9 responsabili (un italiano e 8 di nazionalità cinese) per il reato di “frode in commercio”, che prevede la reclusione fino a due anni di carcere per coloro che pongono in commercio cose che, per qualità, quantità o origine siano diverse da quanto dichiarato.

«Il colpo inferto dalle Fiamme Gialle di Pescara», fanno sapere dal Comando Provinciale, «è solo l’ultimo di una campagna di prevenzione posta in essere nel settore della sicurezza dei prodotti, a conferma della massima attenzione del Corpo verso i fenomeni che inquinano l’economia legale, pervenendo al contrasto di tali condotte non solo attraverso il sequestro effettuato nei confronti dei singoli venditori, ma anche ricostruendo l’intera “filiera illecita”».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Luci di Natale pericolose, maxi sequestro della Guardia di Finanza

IlPescara è in caricamento