Cronaca

Induzione alla prostituzione, sequestrati 9 centri massaggi in Italia: uno a Pescara

A capo dell'organizzazione, smantellata dagli agenti della Squadra Mobile anconetana, marito e moglie di origine pugliese, entrambi tratti in arresto ieri, lunedì 30 settembre, nell'ambito dell'operazione "Vishuda"

Sono in totale 9 i centri massaggi posti sotto sequestro in Italia nell'ambito di un'indagine della polizia di Ancona durata 2 anni.
Uno dei centri massaggi sequestrato si trova a Pescara.

A capo dell'organizzazione, smantellata dagli agenti della Squadra Mobile anconetana, marito e moglie di origine pugliese, entrambi tratti in arresto ieri, lunedì 30 settembre, nell'ambito dell'operazione "Vishuda".

Sono accusati di sfruttare sessualmente ragazze italiane impiegate in nove centri massaggi, tutti sotto sequestro tra Ancona, Ravenna, Mantova, Rimini, Ascoli Piceno, Pescara, Barletta e Bologna. I due, come riferisce l'Adn Kronos, accusati di concorso in induzione alla prostituzione, attraverso annunci di offerte di lavoro a tempo indeterminato su siti internet, procacciavano ragazze italiane che venivano successivamente indotte a prostituirsi, dopo un adeguato addestramento impartito all'interno di centri massaggi, dagli stessi 'promotori' dell'attività. I particolari dell'operazione saranno resi noti nella mattinata odierna.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Induzione alla prostituzione, sequestrati 9 centri massaggi in Italia: uno a Pescara

IlPescara è in caricamento