rotate-mobile
Cronaca

Più di 81mila articoli privi delle necessarie informazioni previste dal codice del consumo, maxi sequestro in Abruzzo

Operazione della guardia di finanza di Teramo in occasione delle recenti festività di Pasqua

Sono complessivamente più di 81 mila gli articoli privi delle necessarie informazioni previste dal codice del consumo scoperti in Abruzzo e sottoposti a sequestro da parte della guardia di finanza di Teramo.
Le Fiamme Gialle teramane hanno disposto l’esecuzione del “Dispositivo operativo per il contrasto alla contraffazione e all’abusivismo commerciale organizzato”.

Numerosi sono stati i controlli svolti nell’ambito dei mercati settimanali e in svariate attività commerciali che hanno permesso di sottoporre a sequestro amministrativo 81.659 prodotti di vario genere (tra cui articoli di cosmesi e per la persona, bigiotteria, abbigliamento, accessori per la casa, etc.), privi dei requisiti posti a tutela del consumatore finale.

In particolare, i militari delle Compagnie di Teramo e Giulianova e delle tenenze di Nereto e Roseto degli Abruzzi, nel corso delle attività hanno riscontrato come il packaging dei prodotti individuati fosse totalmente privo delle necessarie informazioni minime, di istruzioni e avvertenze in lingua italiana così come previsto dalla vigente normativa. I responsabili delle attività commerciali sono stati segnalati alle rispettive Camere di Commercio per le violazioni riguardanti il decreto legislativo numero 206/2005 (codice del consumo). «Contrastare la diffusione di prodotti non conformi rispetto agli standard di sicurezza», si legge in una nota delle Fiamme Gialle, «per la guardia di finanza significa contribuire a garantire una protezione efficace dei consumatori e un mercato competitivo ove gli operatori economici onesti possano beneficiare di condizioni eque di concorrenza». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Più di 81mila articoli privi delle necessarie informazioni previste dal codice del consumo, maxi sequestro in Abruzzo

IlPescara è in caricamento