menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sequestrato il depuratore di Francavilla, indagata l'Aca

La Guardia Forestale, su disposizione della Procura di Chieti, ha sequestrato il depuratore di Pretaro di Francavilla. Dopo le analisi ed indagini condotte dall'Arta, la magistratura ha posto i sigilli alla struttura. Indagati i vertici dell'Aca

Arriva il sequestro per il depuratore di Pretaro di Francavilla al Mare. La decisione è stata presa dalla Procura di Chieti che ha richiesto alla Guardia Forestale di porre i sigilli sulla struttura.

La motivazione di questo provvedimento è lo scarico di sostanze inquinanti in mare ben oltre la soglia consentita dalla legge.

Nelle scorse settimane, infatti, erano stati avviati alcuni controlli ed indagini da parte dell'Arta e della stessa Forestale, che avevano individuato come nell'area pescarese fossero diversi i depuratori che non riuscivano a filtrare correttamente le acque immesse in mare.

In particolare, il depuratore scaricava in mare azoto ammoniacale e nitroso, che causavano la contaminazione delle acque marine ed un cattivo odore persistente nella zona.

Sono anche partiti tre avvisi di garanzia ai vertici dell'Aca, in particolare al Presidente, al Direttore Generale ed al direttore tecnico responsabile del depuratore.

Secondo la Forestale, l'immissione da parte del depuratore nelle acque marine di Francavilla di sostanze inquinanti, potrebbe portare anche al divieto di balneazione nella stessa città.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento