Sequestrati 250 kg di vernice ed attrezzature dei writers

La Polizia Ferroviaria di Pescara ha scovato un vero e proprio covo dei writers, i graffitari che da anni imbrattano muri e treni nei pressi della stazione. Sequestrati 250 kg di vernice rossa, ed attrezzature varie. Il deposito si trovava a Portanuova

Scoperto il covo dei writers che a Pescara, da anni, imbrattano e dipingono i muri della stazione ed i treni in transito nella città.

La Polizia Ferroviaria, infatti, ha sequestrato ieri, all'interno di un sottoscala di un palazzo a Portanuova, 250 kg di vernice rossa, ed alcune attrezzature utili per dipingere anche ad altezza elevata.

Si tratta di vernice rossa, rubata all'interno di un vecchio deposito abbandonato di una ditta ormai fallita da anni. Proprio da lì sono stati prelevati, confermando la tesi che il deposito illegale sia in realtà il ritrovo notturno dei graffitari.

Per ora nessuna persona è stata identificata o rintracciata, ma la Polizia assicura che le indagini sono appena all'inizio, e nelle prossime settimane si cercherà, anche grazie alle testimonianze dei residenti, di risalire a chi ha portato in quel sottoscala l'ingente quantità di vernice, che dopo alcune verifiche è risultata essere la stessa presente su alcuni muri e treni nella zona della stazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza scomparsa da Montesilvano, l'appello per ritrovarla [FOTO]

  • L'annuncio del presidente Marsilio: "L'Abruzzo torna in zona arancione"

  • Coniugi di Rosciano in quarantena per il Covid escono per fare acquisti: fermati a Nocciano, scatta la denuncia

  • Saturimetro: cos’è, come si usa e perché, proprio ora, è fondamentale

  • Nel nuovo dpcm per il Covid arriva la zona bianca: per l'Abruzzo serviranno meno di 650 contagi a settimana

  • Marta Citriniti, studentessa del liceo Galilei di Pescara, nella nazionale italiana di dibattito regolamentato (Debate)

Torna su
IlPescara è in caricamento