menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scontro per la pista ciclabile, il comune vuole cancellarla

Il comune di Montesilvano sta pensando di cancellare la pista ciclabile costruita dal centrosinistra, attacchi da vari fronti

A far chiarezza sulla situazione è il presidente dell'ordine degli architetti di Pescara Marco Volpe: "Forse la gente dimentica che la qualità della vita in tutta Europa è dettata dal verde pubblico e dalle zone riservate ai ciclisti, pertanto sarebbe una scelta che andrebbe persino contro gli ideali storici". Le motivazioni per le quali l'amministrazione comunale sta pensando di abolire la pista ciclabile sono due: la pericolosa sede che potrebbe causare incidenti fra ciclisti e la riduzione dei posti auto che ha destato malumori tra i balneatori.

La Cna di Pescara, tramite il direttore Carmine Salce ha espresso il proprio parere: "La proposta di abolire la pista per aumentare il numero di parcheggi è una pazzia. Chi ha queste intenzioni ha davvero la vista corta", dichiara il rappresentante della Confederazione Nazionale dell'Artigianato. "L'abbattimento della pista sarebbe costoso e incrementerebbe uno spaventoso aumento degli incidenti tra ciclisti e automobili. Nonostante ciò alcune migliorie per i balneatori riguardanti i parcheggi potrebbero essere effettuate, come per esempio i parcheggi rosa per le mamme in attesa", conclude Salce.

A sua volta dure parole arrivano anche dall'assessore dei Lavori Pubblici, De Landerset: "Effettueremo qualche modifica a livello di costruzione della pista, ci metteremo d'accordo anche con il comune di Pescara, ma la pista non verrà eliminata perchè un opera della vecchia amministrazione".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Pescara usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento