Omicidio Fadani: tredici cittadini denunciati per gli scontri

Sono per ora tredici le persone denunciate per gli scontri e disordini avvenuti nei giorni seguenti l'omicidio di Emanuele Fadani, ad Alba Adriatica. Il numero dei cittadini che danneggiarono auto ed abitazioni dei rom,accusati di devastazione, potrebbe però aumentare

Tredici persone sono state denunciate ad Alba Adriatica con l'accusa di devastazione. Si tratterebbe di una parte dei cittadini responsabili degli scontri e dei danneggiamenti avvenuti in città nei giorni seguenti la morte di Emanuele Fadani.

Gli inquirenti stanno infatti terminando le operazioni di identificazione, alle quali seguiranno le denunce per devastazione.

Dopo la morte del commerciante, la rabbia di alcuni residenti esplose lungo le strade, con sassi e razzi lanciati contro le abitazioni dei rom, auto incendiate e danneggiamenti all'arredo urbano.

Gli stessi rom stanziali, si rivolsero al Comune di Alba Adriatica per chiedere un risarcimento economico per i danni subiti, oltre ad invocare maggiore protezione da parte delle Forze dell'Ordine.

Intanto la perizia medico legale sul cadavere di Fadani ha chiarito che il terzo pugno in testa è stato quello fatale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'annuncio del presidente Marsilio: "L'Abruzzo torna in zona arancione"

  • Ragazza scomparsa da Montesilvano, l'appello per ritrovarla [FOTO]

  • Saturimetro: cos’è, come si usa e perché, proprio ora, è fondamentale

  • A "L'ingrediente perfetto" su La7 Roberta Capua prepara gli arrosticini in padella con burro e salvia [FOTO - VIDEO]

  • Nel nuovo dpcm per il Covid arriva la zona bianca: per l'Abruzzo serviranno meno di 650 contagi a settimana

  • Coniugi di Rosciano in quarantena per il Covid escono per fare acquisti: fermati a Nocciano, scatta la denuncia

Torna su
IlPescara è in caricamento