menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sansificio Pescara, licenziati altri 11 dipendenti

Sono 14 in tutto i lavoratori mandati a casa dal sansificio Schiavone di via della Torretta, al centro delle polemiche relative ai cattivi odori per i fumi prodotti. Il titolare: "Pronto a riassumerli subito se torniamo a lavorare"

Nuovi licenziamenti al sansificio Schiavone di via Della Torretta, al centro delle polemiche relative alla questione dei cattivi odori.

Il titolare, infatti, è stato costretto a mandare a casa altri 11 lavoratori, dopo i 3 già licenziati qualche settimana fa. Sono dunque 14 a fronte di 20 dipendenti totali quelli che per ora sono rimasti senza lavoro.

Troppe interruzioni, troppe problematiche burocratiche che stanno impedendo di avere un'attività produttiva costante ha fatto sapere il titolare, aggiungendo che sarebbe però pronto a riassumerli immediatamente qualora il sansificio possa riprendere a lavorare serenamente.

Inoltre, la proprietà ricorda di aver già acquistato un biofiltro da 100 mila euro già in funzione per scongiurare il problema delle emissioni tramite i fumi, ma le continue proteste dei residenti che poi hanno portato anche all'ordinanza di chiusura del sindaco Alessandrini (revocata dal Tar), impediscono la ripresa del lavoro in modo regolare, considerando che si sono accumulati diversi quintali di sansa non ancora lavorati.

"I nostri fumi sono scarti naturali, non sono nocivi" ha ribato Schiavone.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento