menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sansificio, oltre 120 firme contro i cattivi odori

Sono già più di 120 le firme raccolte dei residenti della zona attorno a via Della Torretta nei pressi del sansificio, per chiedere di verificare se le emissioni prodotte dall'attività sono fuori legge

Prosegue il braccio di ferro fra i residenti di Villa del Fuoco e il sansificio Schiavone, al centro di polemiche da mesi per i cattivi odori provenienti dai fumi di combustione.

I cittadini della zona di via Della Torretta hanno raccolto circa 120 firme per chiedere di verificare se le emissioni sono a norma di legge o potenzialmente pericolose per la salute.

Il titolare, che da tempo sottolinea come i continui stop dell'attività abbiano portato a decine di licenziamenti con il pericolo concreto di chiudere l'attività, ribadisce che i fumi prodotti dalla combustione della sansa sono completamente innocui e non sono frutto di combustione di agenti chimici.

Ma i residenti, che continuano a lamentarsi della puzza che specie di sera invade le proprie case e temendo che il fenomeno possa diventare insopportabile con l'arrivo dell'estate, chiederanno di firmare anche ai dipendenti di Attiva, che ha la sede a poche centinaia di metri dal sansificio, dopo che un dipendente avrebbe accusato un malore dopo aver inalato i fumi nel piazzale dell'azienda dei rifiuti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento