Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca

'Sanitopoli' da Pescara a Perugia: processo bis in Umbria per reato associativo

L'udienza è stata fissata al 4 luglio. Nel dicembre scorso la Cassazione aveva confermato la condanna dell'ex governatore Del Turco per induzione indebita, ma aveva annullato con rinvio la condanna d'appello riguardante l'accusa di associazione a delinquere

E' stata fissata al 4 luglio prossimo, alla Corte d'Appello di Perugia, l'udienza del processo bis sulla Sanitopoli abruzzese, che vede imputati l'ex presidente della Regione Abruzzo, Ottaviano Del Turco, e altre persone. I giudici del tribunale umbro dovranno valutare la sussistenza o meno del reato di associazione a delinquere ed eventualmente ricalcolare la pena gia' stabilita in appello dalla Corte aquilana. Nel dicembre scorso la Cassazione aveva confermato la condanna di Del Turco per induzione indebita, ma aveva annullato con rinvio la condanna d'appello riguardante l'accusa piu' pesante, quella di associazione a delinquere.

Un reato, quest'ultimo, contestato anche all'ex segretario generale della presidenza della Giunta regionale, Lamberto Quarta, e all'ex capogruppo della Margherita in Consiglio regionale, Camillo Cesarone. Il nuovo processo servira' dunque per riesaminare gli elementi di prova del reato associativo a carico dei tre imputati. Alla luce della decisione della Corte perugina, potrebbe essere rivista la condanna che per Del Turco, in appello, era stata ridotta da nove anni e sei mesi a quattro anni e due mesi. I giudici della Corte d'Appello umbra, infine, sono chiamati a rivalutare anche le posizioni dell'ex assessore regionale alla Sanita', Bernardo Mazzocca, e dell'ex assessore regionale alle Attivita' produttive, Antonio Boschetti, relativamente alle statuizioni civili di condanna. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Sanitopoli' da Pescara a Perugia: processo bis in Umbria per reato associativo

IlPescara è in caricamento