rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Cronaca

San Cetteo, consegnati i Ciatté e i Delfini d’Oro

Il consiglio comunale si è riunito ieri in seduta Solenne per il Conferimento delle Benemerenze Civiche dei Ciatté e dei Delfini d’Oro. Sono stati in tutto 6 i premiati

Il consiglio comunale si è riunito ieri in seduta Solenne per il Conferimento delle Benemerenze Civiche dei Ciatté e dei Delfini d’Oro. Sono stati in tutto 6 i nominativi indicati, di concerto, dalla Commissione dei Saggi e dal sindaco Marco Alessandrini che hanno ricevuto i Ciatté d’Oro e i l Delfino d’oro. Per iniziativa della Presidenza del Consiglio Comunale e con votazione unanime dei capigruppo in Consiglio, la seduta non ha previsto gettoni di presenza.

CIATTE’ D’ORO a

Claudio Angelone, avvocato, docente universitario, esperto in diritto civile e marittimo, saggista riferimento per gli enti e le istituzioni locali su materie relative all’economia del mare. Una vita dedicata alla giurisprudenza e all’insegnamento. La Città accoglie un uomo di legge, ma anche un uomo di mare, elemento che appartiene a Pescara e che lambisce la vita e l’impegno professionale dell’avvocato Claudio Angelone che al mare ha dedicato studi, parte del proprio percorso e uno sguardo aperto ad accoglierne la brezza.

Gianni Cordova, fondatore della Laad, Lega anti droga che opera a Pescara da 24 anni per il recupero e il reinserimento di giovani che hanno avuto problemi di dipendenze. Un nome autorevole del sociale, che si è distinto per la tenacia dei progetti e la lungimiranza delle idee. La passione verso l’altro, la dedizione al recupero delle giovani vite, sono da sempre stati la motivazione più forte del suo agire. L’attenzione alla cultura e l’amore per l’ambiente e il territorio hanno accompagnato questo fine, coniugandolo in progetti di cui la comunità si è nutrita.

Lucio Fumo, fondatore della Società del Teatro e della Musica Luigi Barbara, ideatore e direttore artistico di Pescara Jazz e Jazz’n Fall, vera istituzione nel mondo della cultura e dello spettacolo pescarese, di cui è stato promotore anche attraverso una storia di lungo corso dentro l’Ente Manifestazioni Pescaresi. Il suo sguardo aperto al mondo e la passione per la musica e il teatro hanno fatto da specchio a oltre trent’anni di storia culturale abruzzese.

Angela Nanetti, insegnante, scrittrice di libri per bambini e non solo per bambini, Angela Nanetti è uno degli autori più amati e letti nelle scuole italiane e più particolari del panorama letterario nazionale. L’amore per la didattica espressa attraverso l’insegnamento, quello per la letteratura che hanno portato il suo nome e i suoi libri fra gli scaffali più frequentati della narrativa per l’infanzia, la delicatezza dello stile, capace di interpretare e regalare emozioni intense e profonde, raccontando storie di un’umanità vicina e reale.

Umberto Russo, già docente di lettere nelle scuole di Pescara e professore di storia della critica nella Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università "G. d'Annunzio" di Chieti-Pescara, si è distinto chiaramente per l’impegno di ricerca rivolto ai grandi della nostra letteratura, con lo sguardo sempre rivolto alle tradizioni e alle personalità locali (e regionali) che hanno contribuito alla ricostruzione culturale e civile del dopoguerra. La mole e la profondità del suo lavoro attestano l’ampiezza dei suoi interessi di ricerca, concretati da un lascito bibliografico imponente.

DELFINO D’ORO

a Franco Di Tizio, medico, scrittore, saggista, biografo, autore di diversi libri dedicati a d’Annunzio, nonché ad altri illustri personaggi del mondo della cultura abruzzese di inizio Novecento, riconducibili al Vate e alle sue cerchie. L’amore per la letteratura e per la storia esercitato con operosa ricerca, ha spinto Franco Di Tizio a compiere una preziosa azione di recupero e conservazione dei fatti, dei nomi, delle immagini e dei documenti appartenuti alla Pescara di un’altra era e all’Abruzzo di anni passati.

All’accoglienza degli ospiti hanno partecipato i ragazzi dell’Ipssar De Cecco che si sono occupati dell’assistenza in sala e ai premiati, mentre la cooperativa sociale Vitanova, che opera con i detenuti del carcere di Pescara per offrire opportunità di reinserimento lavorativo a persone svantaggiate attraverso attività produttive sostenibili e la rivalutazione del territorio, ha collaborato per il piccolo rinfresco dedicato ai premiati. Ha chiuso la cerimonia un breve concerto a 6 mani delle pianiste Michela De Amicis, Rosella Masciarelli e Angela Petaccia che hanno eseguito musiche di Puccini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Cetteo, consegnati i Ciatté e i Delfini d’Oro

IlPescara è in caricamento