Sambuceto: grave una donna investita da un Tir sulla Tiburtina

Ancora sangue sulle strade. Una donna di 68 anni originaria di Chieti è rimasta gravemente ferita ieri lungo la Tiburtina, a Sambuceto. Stava attraversando la strada per recarsi in un negozio. E' ricoverata presso l'Ospedale di Ancona

Non si ferma la piaga degli incidenti stradali nel pescarese. Una donna di Chieti di 68 anni è rimasta gravemente ferita ieri mattina dopo essere stata investita e schiacchiata da un Tir in transito sulla Tiburtina, nella zona di Sambuceto, a San Giovanni Teatino.

La dinamica dell'incidente dovrà essere chiarita, ma sembra che la donna stesse attraversando la strada per recarsi in un negozio, quando il Tir l'ha letteralmente schiacciata sotto le proprie ruote.

Sul posto, a poche centinaia di metri, era presente una pattuglia della Polizia Stradale di Pescara, che quindi è potuta intervenire subito e chiamare i soccorsi.

Da subito le condizioni della donna sono parse gravi: oltre ai traumi per la caduta, ha riportato gravi lesioni ad un braccio, sul quale sono passate le ruote del Tir carico di cellulosa. Il conducente, a seguito della tragedia, si è subito fermato per prestare soccorso.

Sul posto è arrivata l'ambulanza del 118 di Chieti, che ha però chiesto l'intervento di un elicottero per trasportarla all'ospedale chietino. Qui, è stato deciso il trasferimento ad Ancona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'annuncio del presidente Marsilio: "L'Abruzzo torna in zona arancione"

  • Ragazza scomparsa da Montesilvano, l'appello per ritrovarla [FOTO]

  • Saturimetro: cos’è, come si usa e perché, proprio ora, è fondamentale

  • A "L'ingrediente perfetto" su La7 Roberta Capua prepara gli arrosticini in padella con burro e salvia [FOTO - VIDEO]

  • Nel nuovo dpcm per il Covid arriva la zona bianca: per l'Abruzzo serviranno meno di 650 contagi a settimana

  • Coniugi di Rosciano in quarantena per il Covid escono per fare acquisti: fermati a Nocciano, scatta la denuncia

Torna su
IlPescara è in caricamento