Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca

Salvato un ragazzo in difficoltà nel mare antistante la riviera sud

Ad eseguire l'intervento di salvataggio due assistenti bagnanti degli "Angeli del Mare" Fisa lungo la riviera sud domenica 23 giugno

Un giovane in difficoltà nelle acque antistanti la riviera sud a Pescara è stato salvato da due assistenti bagnanti degli Angeli del Mare Fisa. L'episodio è avvenuto domenica 23 giugno nel tardo pomeriggio, come riferisce uno dei bagnini intervenuti Mattia Serra:

“Erano le 18 e 50 circa quando dalla mia postazione noto un ragazzo che, in acqua, si stava allontanando a nuoto dalla riva. Scendo subito dalla postazione per richiamarlo date le condizioni metereologiche poco favorevoli alla balneazione. All’altezza degli scogli il giovane bagnante contrae una serie di crampi che gli impediscono di muoversi. Il bagnante richiama la mia attenzione sbracciando affannosamente, lo raggiungo a nuoto e, grazie ai 3 fischi
di prassi, richiamo anche l’attenzione del secondo bagnino Daniele Ardone che prontamente prende il moscone di salvataggio e mi raggiunge in acqua come da protocollo. Mi accingo sul moscone con il pericolante e con la tecnica dello sciacquo lo carico su, sul mezzo di salvataggio. Riesco a scrampare la gamba colpita dalle violente contrazioni dei crampi e arrivati a riva lo mettiamo in salvo e asciughiamo.”

Marco Schiavone, presidente degli Angeli del Mare:

“Come Angeli del Mare abbiamo avviato questa preziosa collaborazione con la Fisa (Federazione Italiana Salvamento Acquatico) che ci permette di formare i giovani soccorritori con un livello di professionalità altissimo. Inoltre
chiediamo ai nostri collaboratori di metterci passione e cuore. Il mare è bello, ma è anche continuamente una possibile minaccia per i bagnanti, soprattutto gli anziani e i bambini. I nostri soccorritori sono addestrati non solo alle tecniche di salvamento, di nuoto, di primo soccorso. Ma soprattutto a prevenire o meglio osservare e cercare di informare i bagnanti sui possibili pericoli del mare, sempre in stretta collaborazione con tutte le Capitanerie di Porto che ringraziamo per il loro sostegno fattivo alla salvaguardia umana. Insieme a Carmen Padalino, mia socia, ringraziamo il Presidente della Fisa Raffaele Perrotta per la preparazione dei soccorritori acquatici Fisa e per la loro professionalità.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salvato un ragazzo in difficoltà nel mare antistante la riviera sud
IlPescara è in caricamento