Cronaca

Ryanair lascia Pescara, il Governo non taglierà le tasse aeroportuali?

Il sottosegretario del Governo De Filippo ha dichiarato che il Governo non intende tagliare le tasse aeroportuali per le compagnie low cost, e per questo Forza Italia esprime preoccupazione per il futuro di Ryanair in città

Il Governo Renzi non sembra intenzionato a voler tagliare le tasse aeroportuali. La notizia arriva dal sottosegretario De Filippo, ripresa dai consiglieri regionali di Forza Italia Sospiri e Febbo, che esprimono forte preoccupazione considerando che Ryanair aveva posto questa condizione come necessaria per la permanenza a Pescara.

"E il governo regionale di centrosinistra cosa fa? Continua con la solita strategia dei proclami e delle rassicurazioni paventando, attraverso i 'risponditori' ufficiali D’Alessandro e Catena, intese con il Ministro Delrio che al momento però non si sono tradotte in nessuna azione concreta se non sorrisi, selfie e strette di mano” hanno dichiarato i consiglieri, che parlano di spot propagandistici senza nessun riscontro concreto, ricordando che qualora Ryanair dovesse chiudere la base, rimarrebbero attivi solo i voli per Bergamo e Bruxelles.

"Il tempo delle ‘belle’ chiacchiere sull’Aeroporto e su altre importanti temi legati ai trasporti è ormai finito. Durante il Consiglio regionale straordinario che si terrà il 24 maggio il presidente D’Alfonso dovrà necessariamente darci delle risposte, e non solo su Rynair" concludono Febbo e Sospiri.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ryanair lascia Pescara, il Governo non taglierà le tasse aeroportuali?

IlPescara è in caricamento