menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Roma-Pescara per antichi sentieri, raduno di fuoristrada per sostenere l'Ail

La manifestazione, organizzata con il sostegno della Federazione italiana fuoristrada (Fif), è uno degli appuntamenti più importanti del centro-Italia per centinaia di appassionati, che per quattro giorni percorrono solo tracciati in offroad

Accolti dai volontari dell’Ail, i 250 equipaggi che hanno partecipato a “Roma-Pescara, per antichi sentieri”, raduno di fuoristrada che attraversa l’Appennino Centrale collegando idealmente il Tirreno e l'Adriatico, hanno raggiunto ieri l’area della Madonnina, sulla riviera nord, per concludere il percorso iniziato il 1° giugno dalla Capitale.

La manifestazione, organizzata con il sostegno della Federazione italiana fuoristrada (Fif), è uno degli appuntamenti più importanti del centro-Italia per centinaia di appassionati della pratica fuoristradistica, che per quattro giorni percorrono solo tracciati in offroad, socializzando e andando alla scoperta di luoghi suggestivi tra Lazio e Abruzzo.

Una passione che uniscono al desiderio di fare del bene: ogni anno, infatti, una parte del ricavato dalle iscrizioni viene devoluto in favore dell'Ail per sostenere la ricerca scientifica tanto preziosa per combattere le malattie ematologiche. I fuoristrada, dopo la partenza da Roma, hanno fatto tappa a Pereto, a Ovindoli e Capestrano, nell’Aquilano, concludendo il percorso a Pescara.

Stanchi ma soddisfatti, i partecipanti al raduno si sono rifocillati con un cartoccio di pesce fritto e un calice di prosecco, scambiandosi opinioni e pareri sulle difficoltà affrontate nel percorso e dialogando con i volontari dell'Ail che li hanno accolti nella postazione allestita sulla riviera.

“Partecipo da sei anni alla ‘Roma-Pescara, per antichi sentieri' e in questa edizione ho avuto un navigatore eccezionale: mio figlio - racconta Fabrizio, romano - Ci siamo divertiti tantissimo e poi ci fa anche molto piacere contribuire a sostenere l’Ail".



Lo scorso anno l’iniziativa ha consentito di raccogliere 9.200 euro: una parte è stata devoluta a favore dell'Ail nazionale e un'altra a favore della sezione interprovinciale Pescara-Teramo.

“E’ un’iniziativa nata per merito di un nostro fornitore di magliette sponsorizzate, che ci ha proposto di aderire alla manifestazione perché voleva sostenere un suo amico malato - ricorda Domenico Cappuccilli, presidente della sezione interprovinciale Pescara-Teramo dell’Ail - Ne abbiamo parlato a livello nazionale e abbiamo accolto con entusiasmo il suo invito. E' una macchina organizzativa fantastica, che ogni anno raccoglie centinaia di adesioni di persone che amano andare alla scoperta della natura sul proprio 4x4. Chi partecipa al raduno ha la possibilità di alimentare la passione per i fuoristrada, di fare amicizia con altri appassionati e, allo stesso tempo, di aiutare chi sta combattendo una dura battaglia per la vita”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento