Cronaca San Donato / Via Rio Sparto

Roghi dolosi, tra Rancitelli e San Donato iniziano a essercene troppi

Due settimane fa era andata a fuoco una palazzina di via Lago di Capestrano. Ieri l'incendio in una casa popolare di via Rio Sparto, dove è stato appiccato il fuoco al vano ascensore intorno alle 3 di notte. Il bilancio finale è di sei intossicati

Le forze dell'ordine stanno indagando perchè tra Rancitelli e San Donato iniziano a esserci troppi roghi notturni, e gli inquirenti vogliono capire se si tratti di una coincidenza o se piuttosto gli episodi non possano essere collegati tra loro. L'allarme, in particolare, è scattato dopo che un incendio doloso, l'altra notte intorno alle tre, ha interessato il vano ascensore di uno stabile di via Rio Sparto 15.

Una volta scattato l'allarme, sul posto sono arrivati i vigili del fuoco del vicino Comando di viale Pindaro che, insieme agli agenti della Polizia di Pescara, hanno prontamente provveduto a domare il rogo e a far uscire le persone dalle case, e in particolare alcuni anziani con problemi di deambulazione.

Il bilancio finale è di sei persone leggermente intossicate. Anche quattro agenti sono stati medicati sul posto per una leggera intossicazione, mentre un vigile del fuoco ha riportato un trauma ad un ginocchio. Personale della Misericordia ha poi allestito un tendone di primo soccorso.

Secondo le prime verifiche, il rogo sarebbe di origine dolosa. Due settimane fa, in via Lago Di Capestrano, il black out della cabina elettrica aveva fatto divampare le fiamme in una palazzina dove rimasero leggermente intossicati alcuni inquilini. Ora le autorità vogliono vederci chiaro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roghi dolosi, tra Rancitelli e San Donato iniziano a essercene troppi

IlPescara è in caricamento