Cronaca

Roberto Straccia, interrogatorio per tre amici

Tre amici di Roberto Straccia sono stati interrogati nuovamente dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Pescara in merito alla scomparsa e morte del ragazzo di Moresco. Uno di loro si sarebbe anche contraddetto

Tre amici di Roberto Straccia sono stati interrogati nuovamente dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Pescara in merito alla scomparsa e morte del ragazzo di Moresco.

La notizia è stata riportata dal quotidiano "Il Resto del Carlino". A quanto pare, i militari pescaresi, che indagano sull'accaduto, stanno continuando a puntare l'attenzione attorno alle frequentazioni del giovane scomparso il 14 dicembre da Pescara e trovato cadavere il 7 gennaio scorso a Palese di Bari, in mare.

L'interrogatorio è stato molto incalzante, specie nei confronti di uno degli amici, che si sarebbe contraddetto più volte in merito a quanto accaduto nel giorno della scomparsa e nei giorni precedenti.

Sempre secondo "Il Resto del Carlino", la mancata archiviazione del caso Straccia da parte della Procura, sarebbe da attribuire ai dubbi ancora aperti da parte degli inquirenti in merito alla tragica fine di Roberto, secondo quanto dichiarato dall'investigatore privato Lucio De Santis, uno dei periti della famiglia Straccia.

Ieri mattina, invece, c'era stato l'intervento del Comandante Provinciale dei Carabinieri di Pescara, Colonnello Galanzi, che sottolineava come alcune ipotesi circolate sui giornali riguardanti proprio la tesi dell'omicidio a seguito delle dichiarazioni di alcuni periti, siano per ora solo fantascienza, in quanto nessun elemento, in attesa dei risultati dell'autopsia, lascia pensare ad una morte violenta.

TUTTO SULLA MORTE DI ROBERTO STRACCIA

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roberto Straccia, interrogatorio per tre amici

IlPescara è in caricamento