rotate-mobile
Cronaca Alanno

Al ristorante con il green pass di un altro: giovane denunciato e sanzionato

Il ragazzo, un 20enne di Alanno, aveva mostrato al ristoratore un green pass “valido”, che però in realtà era di un’altra persona. E così è finito nei guai

Ha cercato di fare il furbo, ma gli è andata decisamente male ed è finita con una denuncia all’autorità giudiziaria per il reato di sostituzione di persona. Inoltre, sempre per lui, è scattata altresì una sanzione amministrativa di 400 euro. Nei guai un 20enne residente ad Alanno, che la sera del 23 gennaio è stato beccato dai carabinieri della Stazione di Civitaquana all’interno di un ristorante del posto, dove il ragazzo, insieme ad alcuni suoi amici, aveva da poco terminato di consumare la cena al tavolo. 

Ebbene, i militari dell'Arma hanno provveduto a fare un'ispezione di routine nell’ambito del piano di servizi sul territorio predisposto dalla prefettura di Pescara, scoprendo così che il giovane cliente, per poter accedere al ristorante, al momento dell’ingresso aveva esibito all’esercente un green pass tecnicamente valido, ma che in realtà apparteneva ad un’altra persona. Ciò vuol dire che il 20enne era, di fatto, sprovvisto del proprio green pass ma, poiché non aveva voluto mancare a quell'incontro tra amici, si era procurato un certificato verde non suo, riuscendo di conseguenza ad eludere i controlli del gestore ma non quelli più approfonditi e scrupolosi degli uomini in divisa, che come detto lo hanno pertanto segnalato con l’accusa di sostituzione di persona. 

In questi ultimi giorni, nel quadro delle direttive impartite a livello centrale dal ministero dell’interno per arginare il riacutizzarsi del fenomeno epidemiologico da Covid-19, i carabinieri della Compagnia di Penne, impegnati nella verifica del rispetto delle norme in tema di green pass, hanno sottoposto a monitoraggio diversi ristoranti e bar della zona di loro competenza. Per evitare che qualcuno provi a frequentare luoghi pubblici senza la necessaria documentazione attualmente richiesta, le forze dell'ordine continueranno anche durante le prossime settimane a effettuare i necessari accertamenti tra avventori e titolari di attività commerciali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al ristorante con il green pass di un altro: giovane denunciato e sanzionato

IlPescara è in caricamento