Cronaca

Rifiuti speciali e pericolosi in un villaggio turistico, sequestro della guardia costiera di Pescara

I militari sono intervenuti all'interno di una struttura di Roseto degli Abruzzi

La capitaneria di porto di Pescara ha posto sotto sequestro un deposito incontrollato di rifiuti a Roseto degli Abruzzi.
Rifiuti speciali e pericolosi erano in un villaggio turistico. 

Il personale del nucleo operativo polizia ambientale (Nopa) della direzione marittima-guardia costiera di Pescara, in collaborazione con personale dell’ufficio locale marittimo di Roseto, ha rinvenuto all’interno di un villaggio turistico un deposito incontrollato di rifiuti, con miscelazione di rifiuti speciali pericolosi e speciali non pericolosi.

L’area interessata è stata posta sotto sequestro penale e il titolare della struttura ricettiva è stato deferito all’autorità giudiziaria per la violazione della normativa ambientale, che attribuisce al Corpo delle capitanerie di porto la competenza generale nelle attività di sorveglianza e di accertamento degli illeciti in materia di rifiuti, in linea all’articolo 195 comma 5 (competenze dello Stato) del Testo Unico in materia ambientale (d.lgs. 152/2006).

«La tutela e la salvaguardia dell’ambiente è da sempre una prerogativa degli uomini e delle donne della guardia costiera che continueranno senza sosta con le attività di controllo e monitoraggio a tutela della cittadinanza», fa sapere il comandante Salvatore Minervino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti speciali e pericolosi in un villaggio turistico, sequestro della guardia costiera di Pescara

IlPescara è in caricamento