rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca Riviera Nord

Rifiuti sulla riviera, un programma in due tempi per il lungomare pulito

Marchegiani sul decoro della riviera: "Decisi interventi con i balneatori". Regole da subito e raccolta differenziata porta a porta per ogni stabilimento a partire dal 2015

Si è tenuto a Palazzo di Città un incontro sul decoro e sulla buona gestione dei rifiuti sulla riviera tra l'assessore alla Qualità ambientale Paola Marchegiani e le rappresentanze dei balneatori. Alla riunione, convocata anche a seguito delle rimostranze da parte di cittadini e stampa sull'anomalo deposito dei rifiuti sul lungomare, hanno preso parte le rappresentanze di categoria Asso Balneari Abruzzo/Confindustria, CNA Balneatori, FIBA Confesercenti e SIB Confcommercio e, per il Comune, l'assessore Marchegiani e il direttore di Attiva Massimo Del Bianco.

Rilevate e condivise le problematiche, l'assessore ha proposto un programma in due tempi: a breve termine, cioè subito, un'azione rigorosa anche da parte delle categorie per il rispetto delle regole per il conferimento dei rifiuti (orari, materiali, modalità di utilizzo dei cassonetti), accompagnata con l'allestimento, da parte del Comune, di punti di raccolta differenziata a servizio delle spiagge libere; a medio termine, cioè entro la stagione estiva 2015, radicale cambiamento delle modalità di gestione dei rifiuti degli stabilimenti balneari, con la sostituzione del sistema stradale con quello porta a porta.

L'assessore Marchegiani ha evidenziato che l'obiettivo della seconda azione deve essere, con il decoro della riviera, il contributo dell'economia turistica all'allineamento della città agli obiettivi di legge sulla raccolta differenziata (e cioè il 65% di recupero). Accordo pieno da parte delle rappresentanze dei balneatori, che ritengono tali obiettivi qualificanti anche in termini di offerta turistica e marketing.

Passata la stagione 2014, già a settembre riprenderanno gli incontri sull'allestimento delle isole puntuali per la raccolta differenziata dei rifiuti: ogni stabilimento individuerà un'area interna, sufficientemente isolata dal resto delle attività ma facilmente accessibile da parte degli operatori di Attiva, dove far collocare i bidoni per tutte le tipologie di rifiuto.

Nell'incontro sono già state valutate le esigenze e anche le possibili criticità che, grazie al clima di piena collaborazione, saranno spunto per caratterizzare al meglio il prossimo modello di gestione dei rifiuti in riviera che, particolare non secondario, dovrà dar lustro alla città in occasione dei Giochi del Mediterraneo sulla spiaggia 2015.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti sulla riviera, un programma in due tempi per il lungomare pulito

IlPescara è in caricamento