Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Auto abbandonata e rifiuti pericolosi lungo le sponde del fiume Tavo - FOTO -

Gli ambientalisti della Stazione Ornitologia Onlus denunciano l'abbandono di rifiuti di ogni genere, compresa un'automobile, lungo le sponde del Tavo a Cappelle

Un'auto abbandonata lungo una delle sponde del fiume Tavo a Cappelle, ed ancora rifiuti pericolosi ed inquinanti con una situazione di estremo degrado e pericolosità per l'ambiente che va avanti ormai da quasi 10 anni. La denuncia arriva dai volontari della Stazione Ornitologica Abruzzese che hanno presentato un esposto ai carabinieri.

Eternit, gomme ed altro materiale che da anni viene lasciato sul posto con inadempienze, omissioni ed inerzia da parte degli amministratori nonostante le denunce, spiegano gli ambientalisti che attaccano Jovanotti per averli definiti ieri con un post sui social "peggio delle fogne di New Delhi":

Ieri mattina, mentre Jovanotti stava per partorire il post del pomeriggio dove avrebbe definito gli ambientalisti peggio delle fogne di New Delhi, dimenticando evidentemente le denunce dei carabinieri connesse alla tappa di Vasto del suo tour, i volontari della Stazione Ornitologica Abruzzese erano sul campo a verificare le segnalazioni dei cittadini su una situazione. Ecco, gli consigliamo un'idea per il prossimo anno: invece di toccare spiagge che presentavano ancora un po' di naturalità come Vasto, Cerveteri, Roccella ecc. non sarebbe stato meglio dare una mano reale all'ambiente progettando un tour nelle aree industriali inquinate del paese, nei siti da bonificare, nelle zone impestate da rifiuti e da inquinamento, dalla Terra dei Fuochi a Bussi, dal Veneto la cui acqua è stata inquinata dai PFAS a Gela e Taranto?

Gli ambientalisti ricordano che il sito è in un'area di stretta sorveglianza ambientale ricadendo nel sito regionale per le bonifiche "Saline - Alento" fino al 2013 quando il ministero decise di delegare il controllo alla Regione stanziando 2.8 milioni per la bonifica:

Nel 2010 avevo fatto una segnalazione simile. Sono passati ben 9 anni e la situazione è pure peggiorata. I piezometri installati per monitorare la qualità delle acque di falda sono letteralmente circondati dai rifiuti. Immagini tristi e desolanti che evidenziano non solo un comportamento incivile di troppe persone e aziende ma anche anni di inerzia, omissioni, inadempienze da parte degli enti deputati alla gestione del territori

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Auto abbandonata e rifiuti pericolosi lungo le sponde del fiume Tavo - FOTO -

IlPescara è in caricamento