rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Cronaca

Consiglio comunale: approvata la delibera "Robin Hood" sulla Tares

Aliquota Tares al massimo per banche e Istituti di Credito e aliquota al minimo per le piccole attività. E' quanto deciso dal consiglio comunale con un emendamento 'Robin Hood'

Aliquota Tares al massimo per banche e Istituti di Credito e aliquota al minimo per le piccole attività artigianali, pizzerie al taglio, fioristi, pescherie, fruttivendoli e piccoli generi alimentari.

E’ quanto deciso stamane dal consiglio comunale di Pescara che ha approvato, con 21 voti a favore e 2 astenuti, le tariffe della tassa sui rifiuti e servizi con un emendamento ‘Robin Hood’ sottoscritto da maggioranza e minoranza. Per la prima volta, dunque, al Comune di Pescara il tributo verrà pagato a fronte di un servizio realmente erogato e secondo il principio che chi più inquina più paga.

“Un tributo - hanno detto gli assessori Filippello e Del Trecco - che ha voluto introdurre lo Stato, abolendo la vecchia Tarsu, imponendo la copertura del 100% del costo del servizio erogato, ovvero, su Pescara, la spesa di 26.170.000 euro, ma che pure ci consentirà di riequilibrare le tariffe applicate grazie alla classificazione delle attività commerciali per classi con omologa capacità di produzione dei rifiuti. Dunque non ci saranno aumenti indiscriminati del 30 o del 40%, come potranno verificare a giorni i cittadini quando cominceranno a ricevere a casa i primi bollettini, ma abbiamo assicurato un riequilibrio dei costi”.

La delibera sulle tariffe della Tares andava approvata inderogabilmente entro il 30 novembre.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio comunale: approvata la delibera "Robin Hood" sulla Tares

IlPescara è in caricamento