Recuperata l'imbarcazione "Mythos" affondata nel mese di settembre davanti alla diga foranea

L'episodio era avvenuto il 21 settembre scorso, quando l'imbarcazione aveva sbagliato il lato d'accesso al porto

Ieri mattina 15 novembre si sono concluse le operazioni di recupero dell'imbarcazione da diporto "Mythos" che nel mese di settembre era rimasta incagliata nel lato esterno della diga foranea. L'episodio era avvenuto il 21 settembre, e l'imbarcazione era affondata durante un primo tentativo di recupero a causa anche di un'avaria al motore. A bordo c'erano due persone che non riportarono conseguenze.

Le operazioni di ieri, spiega la guardia costiera di Pescara, sono state effettuate dall'unità "Ahts Buccaneer" in assoluta sicurezza sotto vigilanza del personale che ha monitorato costantemente la situazione per evitare qualsiasi pericolo. Il relitto è stato trasferito nel porto di Ortona dove verrà smaltito come rifiuto speciale. Il direttore marittimo di Pescara capitano di vascello Minervino:

 “E’ necessario prestare sempre la massima attenzione nella condotta delle unità e segnalare tempestivamente qualsiasi condizione di necessità alla Guardia Costiera tramite il Numero Blu 1530”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Abruzzo zona rossa: ecco l'elenco delle attività che rimarranno aperte

  • Abruzzo zona rossa, ordinanza firmata: ecco i nuovi divieti previsti

  • Arriva da Montesilvano il primo gel igienizzante per le mani multiuso al 98% naturale

  • Per il Tg1 l'Abruzzo diventa "#zonarozza": la gaffe spopola sul web

  • L'annuncio di Marsilio: "A breve firmerò l'ordinanza per la zona rossa in Abruzzo". La decisione sulle scuole

  • Ordinanza zona rossa falsa sui social, il chiarimento della Regione Abruzzo

Torna su
IlPescara è in caricamento