rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca

Pescara, il bilancio dei carabinieri: "Nel 2017 sono diminuiti i reati"

Il colonnello Riscaldati: "A Montesilvano calo di rapine nei negozi del 70% e di furti del 33%. A Pescara i furti negli esercizi commerciali sono scesi del 30,5% e le rapine del 31,25%". Ma i furti di autoveicoli sono in crescita del 2%

Calo dei reati in provincia di Pescara nell'ordine dell'11% con oltre 203mila chiamate al 112 nel 2017, con una media di 458 al giorno. Oltre 45mila le persone che sono state nelle caserme dei Carabinieri per denunce, informazioni e consigli. Nel 2017 sono state effettuate 235mila ore di servizi di attivita' di controllo e 26mila servizi esterni, con 98mila persone controllate e 76mila mezzi. Questi alcuni dei numeri riguardanti l'attivita' del Comando Provinciale dell'Arma dei Carabinieri diretto dal colonnello Marco Riscaldati.

"Le operazioni piu' rilevanti - ha spiegato questa mattina in conferenza stampa il colonnello Riscaldati - hanno riguardato gli arresti per lo spaccio e il traffico di droga perche' soprattutto a Pescara lo spaccio e' probabilmente il problema di maggior rilievo. Quello che maggiormente colpisce, e che vede Pescara e Montesilvano avere avuto ovviamente, la stragrande maggioranza dei delitti commessi e' quello che riguarda il calo di furti e rapine negli esercizi commerciali. A Montesilvano c'e' stato un calo generale di rapine negli esercizi commerciali del 70% e di furti del 33%. A Pescara i furti negli esercizi commerciali sono calati del 30,5% e le rapine del 31,25%. Questi dati sono derivati anche da un investimento sulla sicurezza degli esercenti e una ancora maggiore prevenzione e sorveglianza da parte degli uomini delle forze dell'ordine".

Nell'attivita' repressiva del 2017 sono state arrestate 312 persone e 2129 sono state denunciate in stato di liberta'. Sequestrate 58 armi da fuoco e 569 munizioni. L'attivita' antidroga ha consentito di denunciare 83 persone in stato di arresto e 264 in stato di liberta', con il sequestro di 46 kg di sostanza stupefacente. Nel 2017 gli uomini dei 25 presidi del Comando Provinciale di Pescara hanno proceduto per 9372 reati che rappresentano il 72,3% del totale dei delitti commessi in tutta la provincia di Pescara.

Il totale dei delitti nel 2017 e' stato di 12961, in calo del 11% rispetto ai 14549 dell'anno precedente. In particolare hanno avuto una flessione i delitti di maggiore allarme sociale: furti in genere -10,32%; furti in abitazione -6,3%; furti in esercizi commerciali -28%; furti su auto in sosta -28%; rapine -6,8%; rapine in esercizi commerciali -38,6%; truffe e frodi informatiche -2,7%.

In lieve controtendenza il dato dei furti di autoveicoli, in crescita del 2%. Tra le operazioni di maggior rilievo effettuate nel 2017, spicca l'operazione 'Kanun' dei carabinieri di Popoli e Pratola Peligna per traffico di stupefacenti e l'arresto di Massimo Fantauzzi, indagato per l'omicidio di Antonio Bevilacqua. Infine un riferimento a Rigopiano:

"L'anno è iniziato con l'emergenza neve e la tragedia di Rigopiano - ha detto ancora il colonnello Marco Riscaldati - e in quei giorni difficili, e in particolare dal 17 al 20 di gennaio, l'Arma dei Carabinieri in proprio ha operato in 40 operazioni di soccorso e assistenza con uomini e mezzi, nei confronti di persone in forte stato di bisogno perche' isolati".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara, il bilancio dei carabinieri: "Nel 2017 sono diminuiti i reati"

IlPescara è in caricamento