rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca

Rapinatore seriale di farmacie chiede scusa: "Mi servivano soldi"

Un 39enne originario di Acerra è stato condannato per l'ennesima rapina messa a segno in farmacie e parafarmacie fra Chieti e Pescara. E davanti al giudice ha chiesto scusa

E' stato condannato dal Tribunale di Chieti a tre anni di carcere per aver messo a segno una rapina alla parafarmacia di San Giovanni Teatino, ma era già conosciuto dalla Giustizia per numerosi altri colpi sempre in faramacie o parafarmacie fra Chieti e Pescara.

RAPINE IN SERIE, ARRESTATO

Per questo, un 39enne di Acerra Gaetano Manzi, dovrà scontare tre anni di reclusione. Durante l'udienza in tribunale, davanti al giudice il rapinatore ha anche chiesto scusa, sostenendo di aver messo a segno le rapine in quanto aveva bisogno di soldi. Alla parafarmacia di San Giovanni Teatino ha rubato un pc portatile e 50 euro, mentre alla Farmateate di Chieti si fece consegnare l'incasso. Rapina anche in un'attività di rivendita di arrosticini dove Manzi aveva anche picchiato la cassiera prima di portare via il bottino dalla cassa. Padre di due figli, ha problemi di tossicodipendenza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapinatore seriale di farmacie chiede scusa: "Mi servivano soldi"

IlPescara è in caricamento