rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca

Rapina violenta in villa a Pescara, i 3 imputati patteggiano

Nel corso dell'assalto alla casa dell'imprenditrice Lucia Cieri venne anche picchiato il figlio 43enne della donna

Hanno patteggiato oggi, martedì 12 febbraio, i tre imputati nel processo per la violenta rapina del febbraio del 2018 nella villa dell'imprenditrice Lucia Cieri, titolare dell'Istituto Pitagora.
Nel corso dell'assalto alla casa venne anche picchiato il figlio 43enne della donna.

I tre imputati, tutti di nazionalità bosniaca, Sevko Ramovic (31 anni), Satomi Hadzovic e Ramo Mujkic (tutti e due 23enni) hanno patteggiato rispettivamente una pena di 4 anni e 4 mesi di reclusione il primo e di 4 anni ciascuno gli altri due in quanto ritenuti responsabili della rapina e accusati dei reati di rapina aggravata e lesioni aggravate in concorso.

Per il quarto complice, Oancei Alexei, si procede separatamente. Il gip (giudice per le indagini preliminari) del tribunale di Pescara, Gianluca Sarandrea, questa mattina ha accolto le richieste delle difese, aumentando di 4 mesi, per via dei precedenti, soltanto la pena a carico di Ramovic, assistito dall’avvocato Giancarlo De Marco. Gli altri due imputati sono assistiti dal legale Antonio Gugliotta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina violenta in villa a Pescara, i 3 imputati patteggiano

IlPescara è in caricamento