Cronaca Centro

Tentano una rapina in tabaccheria ma vengono arrestati dopo un inseguimento

Sono stati notati da due carabinieri in borghese lungo Corso Vittorio mentre si avvicinavano ad una tabaccheria per compiere una rapina. Dopo un pericoloso inseguimento, sono finiti in manette due pregiudicati

Erano pronti a rapinare una tabaccheria di Corso Vittorio armati di pistola carica, ma non avevano fatto i conti con due carabinieri in borghese che stavano passeggiando lungo la strada. In manette sono finiti per tentata rapina, porto di arma clandestina e resistenza a P.U. due pregiudicati.

Si tratta di Simone Silvetti, 32enne e Juan Manuel Castro, 39enne. La coppia di rapinatori viaggiava a bordo di un motorino con targa falsificata e proprio questo particolare ha convinto i militari ad intervenire, tentando di fermarli quando si trovavano ormai davanti alla tabaccheria.

Dopo un inseguimento in centro, durante il quale il motorino ha percorso alcune strade contromano, sono stati bloccati. A seguito della perqusizione domiciliare è stata rinvenuta una pistola semiautomatica cal. 9 con matricola abrasa, colpo in canna e munizionamento di 5 cartucce; un coltello a serramanico e materiale vario per il travisamento costituito da occhiali, sciarpe e berretti. Ora si trovano in carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentano una rapina in tabaccheria ma vengono arrestati dopo un inseguimento

IlPescara è in caricamento