menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rapina con la pistola in un supermecato di via del Circuito, dopo l'arresto confessa altro colpo [FOTO-VIDEO]

A finire in manette è stato un uomo di nazionalità senegalese che ha ammesso di essere l'autore di un'altra rapina in via dei Bastioni del 2 febbraio

Una rapina è stata messa a segno in un supermercato di via del Circuito a Pescara nella serata di ieri, giovedì 4 febbraio, intorno alle ore 20.
Ad agire è stato un uomo che si è introdotto nell'Eurospin con il volto travisato da un passamontagna e con una pistola sotto al giubbotto.

Con l'arma, che in seguito si è rivelata una scacciacani, il malvivente ha minacciato la cassiera che intimorita ha aperto il registratore di cassa.

Il rapinatore ha così arraffato il denaro contenuto all'interno e si è allontanato in sella a una bicicletta. Lanciato l'allarme sul posto sono intervenute le pattuglie della polizia. Dalle testimonianze e dalla descrizione è emerso come potesse trattarsi di un uomo di colore, grazie al dettaglio delle mani, alto un metro e 80 con felpa e cappuccio neri, giaccone chiaro con strisce scure sulle maniche, tuta nera come pantalone. Dai primi accertamenti degli agenti della squadra volante gli indizi sono caduti su un cittadino di 36 anni di nazionalità senegalese senza fissa dimora con problemi di tossicodipendenza già noto alle forze dell'ordine per reati contro patrimonio e spaccio di sostanze stupefacenti. 

I controlli si sono così diretti verso il Ferro di Cavallo dove è stato bloccato mentre usciva da uno dei portoni. È stato identificato e trovato con 570 euro, con l'arma usata per la rapina, una pistola softair Beretta e della droga: 3 grammi di eroina e 2 di cocaina. Portato in questura ha confessato, davanti anche al suo avvocato, la rapina del 2 febbraio in via dei Bastioni nell'osteria Frate Tac dove, con le stesse modalità, si era fatto consegnare 500 euro (nel secondo video in basso il rapinatore mentre si allontana).
Per questo motivo è stato tratto in arresto in flagranza di reatoe posto a disposizione dell'autorità giudiziaria. Il 36enne era già sottoposto alla semidetenzione nel carcere di Teramo, misura sospesa a causa dell'emergenza Covid. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La torta della tradizione: come preparare la pizza doce

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    La torta della tradizione: come preparare la pizza doce

  • Cura della persona

    Soap brows: come ottenere le sopracciglia “insaponate”

  • Salute

    Cos’è la stanchezza primaverile e come combatterla

Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento