menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Minaccia con un coltello e rapina un minorenne, arrestato giovane di una banda

A eseguire l'arresto del 19enne, che è stato ristretto ai domiciliari, sono stati gli agenti della Squadra Mobile della Questura

Un ragazzo di soli 19 anni, O.M., nato in Romania ma residente da molto tempo a Pescara, è stato tratto in arresto dalla polizia per il reato di rapina ai danni di un minorenne.
A eseguire l'arresto del 19enne, che è stato ristretto ai domiciliari nella sua casa, sono stati gli agenti della Squadra Mobile della Questura.

I poliziotti hanno dato esecuzione alla misura cautelare disposta dal Gip (giudice per le indagini preliminari) del tribunale del capoluogo adriatico, Antonella Di Carlo.

In base alla indagini, coordinate dal sostituto procuratore della Repubblica, Silvia Santoro, è stato ricostruito come il giovane rapinatore, nella notte dello scorso 2 giugno, in pieno centro in viale Regina Margherita, insieme a due complici, la cui identificazione è ancora in corso, abbia avvicinato due minorenni che stavano facendo rientro nelle proprie abitazioni e, con la minaccia di un coltellino, si è impossessato di 25 euro e di uno smartphone di uno dei due ragazzi. 

Il 19enne era già noto alle forze dell'ordine per una precedente rapina commessa quando era minorenne e la polizia ipotizza che non si tratti di un episodio isolato e che il gruppo di malviventi possa aver commesso altre rapine, sempre in danno di giovanissimi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento