menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Prendono a calci e pugni un uomo dopo averlo steso e lo rapinano sul lungomare, arrestato uno dei 2 giovani aggressori

Un uomo di 40 anni infatti che stava passeggiando lungo la riviera è stato brutalmente aggredito e rapinato intorno alle ore 22 all'altezza degli stabilimenti balneari "Jambo" e "Nettuno"

Nuovo episodio di violenza sul lungomare nord di Pescara nella serata di ieri, mercoledì 19 agosto.
Un uomo di 40 anni infatti che stava passeggiando lungo la riviera è stato brutalmente aggredito e rapinato intorno alle ore 22 all'altezza degli stabilimenti balneari "Jambo" e "Nettuno".

Ad aggredirlo 2 giovani extracomunitari del nordafrica che dopo aver colpito con calci e pugni la vittima gli hanno rubato la catenina d'argento che aveva al collo e lo smartphone per fuggire in direzione di viale Muzii.

Lanciato l'allarme, sul posto sono giunti 2 pattuglie dei baschi verdi della guardia di finanza e 2 pattuglie della Squadra Volante della questura. Agenti e militari sono riusciti prontamente a individuare e fermare uno dei due extracomunitari, recuperando anche il cellulare della vittima sotto il fogliame di un’aiuola poco distante dal luogo dell’aggressione. Il ventenne marocchino fermato dalle pattuglie è stato arrestato e accompagnato in carcere nelle prime ore della mattinata odierna e dovrà rispondere del reato di rapina. Sono attualmente in corso le indagini finalizzate al rintraccio del secondo rapinatore extracomunitario.

«Una dimostrazione di efficienza e alta reattività quella delle pattuglie operanti che rende tangibile, anche agli occhi del cittadino, la presenza delle forze di polizia sul territorio pescarese», scrivono dal comando delle Fiamme Gialle.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento