Rapina, evasione e lesioni personali: giovane di Pescara finisce in carcere, deve scontare quasi 11 anni

Gli agenti della Squadra Mobile hanno infatti eseguito un ordine di esecuzione emesso dal tribunale del capoluogo adriatico

Un giovane di Pescara di 35 anni, residente nel rione di Rancitelli, è stato tratto in arresto dalla polizia ieri, lunedì 17 agosto.
Gli agenti della Squadra Mobile hanno infatti eseguito un ordine di esecuzione emesso dal tribunale del capoluogo adriatico.

Il provvedimento prevede la cessazione della misura alternativa della detenzione domiciliare, poiché è sopravvenuto ulteriore titolo esecutivo, nei confronti di B.D..

Il 35enne è stato arrestato perché deve scontare 10 anni e 10 mesi di reclusione nel carcere di Vasto, per una sentenza di cumulo di pene tra cui rapina, evasione e lesioni personali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa mangiare per rafforzare le difese immunitarie: 6 alimenti per fare il pieno di energia

  • Esplosione e forte boato al confine fra Pescara e Montesilvano: sul posto i vigili del fuoco

  • "Il caffè è compagnia, così non si può lavorare": bar di Montesilvano preferisce chiudere

  • Covid, dal 29 novembre cambiano i colori delle Regioni: l'Abruzzo resterà zona rossa almeno fino al 3 dicembre

  • L'Abruzzo resterebbe zona rossa fino al 10 dicembre in base al decreto, ma Marsilio punta ad anticipare

  • Covid-19, l'Abruzzo non uscirà dalla zona rossa il 4 dicembre: manca solo l'ufficialità

Torna su
IlPescara è in caricamento