rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca Rancitelli / Via Tavo

Rancitelli, spaccio di droga: arrestata 50enne rom

Si sono travestiti da operai comunali per passare inosservati, ed alla fine sono riusciti a cogliere sul fatto Adelina Di Rosso, 50enne rom pregiudicata considerata un punto di riferimento per lo spaccio nel Ferro di Cavallo

Una 50enne di etnia rom, pregiudicata, è stata arrestata dalla Polizia con l'accusa di spaccio di stupefacenti.

Si tratta di Adelina Di Rocco, 50enne, considerata uno dei punti di riferimento dello spaccio di droga a Rancitelli e nel Ferro di Cavallo.

Gli agenti dell'antidroga si sono travestiti da operai del Comune per eludere i controlli delle "sentinelle", spesso tossicodipendenti pagati per sorvegliare la zona ed avvisare gli spacciatori dell'arrivo delle Forze dell'Ordine.

La donna nascondeva la droga nel reggiseno, circa 20 grammi di eroina e 3 di cocaina, divisi in involucri.

L'arrestata è coinvolta nell'indagine scaturita dall'omicidio di Tommaso Cagnetta. che vede coinvolti Angelo Ciarelli, ritenuto responsabile della morte di Cagnetta, assieme alla figlia della Di Rocco, imparentata con il clan Ciarelli. Nell'indagine era finito anche Ivan Battaiola, tossicodipendente che fu ascoltato come testimone oculare dopo l'omicidio e che ritrattò la versione originale dopo aver subito minacce e dopo aver ottenuto proprio la mansione di "sentinella" e piccolo spacciatore dal clan rom.

Battaiola, venne arrestato il 17 gennaio per spaccio mentre le due donne furono denunciate. Scarcerato, violando gli arresti domiciliari il 12 luglio 2013 si recò a Pescara per comprare stupefacenti, e fu trovato morto in un edificio abbandonato frequentato da tossicodipendenti per overdose.

Sulla sua misteriosa morte indaga ancora la Squadra Mobile.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rancitelli, spaccio di droga: arrestata 50enne rom

IlPescara è in caricamento