rotate-mobile
Cronaca Rancitelli / Via Lago di Capestrano

Rancitelli: rinasce dopo anni di degrado il Parco della Speranza

Con una cerimonia è stata presentata ieri la riqualificazione del Parco della Speranza in via Lago di Capestrano, per anni abbandonato e nel degrado grazie al progetto "Ninive"

Torna a vivere il Parco della Speranza, in via Lago di Capestrano. Ieri l'amministrazione comunale ha organizzato una piccola cerimonia per presentare i lavori di riqualificazione in collaborazione con la Caritas per il progetto Ninive.

Soddisfatto il sindaco Alessandrini: "Affidiamo il Parco della Speranza alla gente perché se ne occupi, perché faccia notizia il fatto che viene frequentato e non che sia meta di vandali e altre frequentazioni”. Il vicesindaco Blasioli ha proseguito: "L’attività di rigenerazione di parte degli arredi e attrezzature del parco è stata compiuta, ora, insieme lavoreremo per assicurare maggior sicurezza e pulizia dentro l'area verde, prevedendo una gestione partecipata e condivisa del parco attraverso forme di collaborazione con le scolaresche e i componenti adulti della comunità della zona. E’ un cammino iniziato e che vogliamo continuare, in nome di una sfida che è necessario raccogliere, infatti abbiamo dato verbalmente alla Caritas la disponibilità a collaborare ad altre progettazioni simili.

NUOVA GESTIONE PER IL PARCO DELLA LIBERTA'

L'assessore Di Pietro ha ricordato come l'amministrazione comunale abbia avviato una collaborazione stretta e proficua con le associazioni cittadine: "Sin da subito ci siamo dati degli obiettivi che mettevano insieme sia la riapertura di alcune aree, come accadrà al Parco dell’infanzia una volta finiti i lavori, sia il miglioramento e la riqualificazione e questo è il caso del Parco della Speranza. Non è solo un lavoro di manutenzione e riqualificazione tecnica, qui sono stati piantumati alberi che prima non c’erano, inseriti cartelli informativi sulle strutture presenti nel parco, realizzata un’area relax con strutture sostenibili, sostituiti giochi e arredi danneggiati con nuove strutture inclusive, quindi fruibili anche da bambini con disabilità: al Parco della Speranza con il Progetto Ninive ci sarà anche una riqualificazione sociale e culturale che punta a rendere l’area vissuta e fruibile da tutta la gente del quartiere: saremo davvero felici di vedere questo fare notizia e non i danni e le cronache di ciò che non va.

L'intervento di riqualificazione frutto di un investimento di fondi 8xmille e della collaborazione con il Comune di Pescara, prevede nuovi giochi in legno; nuovi alberi e tabelle raffiguranti comportamenti virtuosi da tenere nel parco, realizzate dai bambini della scuola primaria don Milani”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rancitelli: rinasce dopo anni di degrado il Parco della Speranza

IlPescara è in caricamento