Cronaca Castellamare / Viale Giovanni Bovio

Qualità dell'aria: Blasioli (Pd) a muso duro contro Comune e Regione

Il consigliere del Pd attacca l'amministrazione Mascia, ma anche la Regione Abruzzo, sostenendo che questi Enti "hanno il compito di contrastare l'inquinamento atmosferico e non lo fanno"

Sulla tutela della qualità dell'aria, il consigliere comunale del Pd Antonio Blasioli non ha dubbi: "Comune di Pescara e Regione Abruzzo sono gravemente inadempienti. Nessun Piano di Azione è stato predisposto dal Comune di Pescara, mentre piuttosto datato è quello della Regione". Il decreto legislativo 155/2010, infatti, prevede che, nelle zone in cui il livello degli inquinanti è superiore al valore limite, le Regioni debbano predisporre appositi piani per ripristinare la "purezza" dell'aria.

Per quanto riguarda la nostra città, Blasioli è andato giù duro: "Nel 2012 sono stati registrati ben 62 sforamenti a fronte dei 35 consentiti. Quest'anno abbiamo iniziato molto male: all'11 gennaio si sono già verificati 10 sforamenti, mentre lo scorso anno - alla stessa data - gli sforamenti erano stati solo 3. Il Comune e la Regione hanno il compito di contrastare l'inquinamento atmosferico e non lo fanno".

Un inquinante pericoloso è sicuramente il benzene, e "il 70% del benzene presente nell'aria - spiega Blasioli - deriva dagli autoveicoli. Lo scorso 27 novembre a Pescara sono stati raggiunti i 6,4 microgrammi per metro cubo: un record in negativo. Non solo: i camion a gasolio inquinano fino a 600 volte di più rispetto ai veicoli a benzina, e dunque sarebbe bene che procedessero più lentamente quando entrano in città, perchè così inquinerebbero meno".

Sotto attacco finisce anche il mancato lavaggio delle strade: "Il Comune non effettua il lavaggio delle strade ma un semplice spazzamento, che non serve a niente, perchè l'unico modo per rimuovere le polveri sottili che si depositano sull'asfalto è quello di lavare le strade con abbondante acqua. Anche il blocco del traffico è un semplice palliativo".

Infine, un paragone tra l'attuale amministrazione e quella (di centrosinistra) che l'ha preceduta, nella quale Blasioli ha anche ricoperto l'incarico di assessore al traffico: "Con noi la qualità dell'aria era notevolmente migliorata, mentre ora è stata addirittura spenta la centralina di piazza Italia. Dirò di più: il Comune dovrebbe informare quotidianamente la cittadinanza sul livello della qualità dell'aria, e non lo fa. Gli unici dati reperibili sono quelli forniti dall'Arta, mentre sul sito di Palazzo di Città non c'è niente al riguardo".

Blasioli ritiene che "ci sarebbe bisogno di Piani di Mobilità da studiare insieme ai Comuni limitrofi, e anche questo non viene fatto. Senza contare le opere pubbliche: Mascia finora ha lavorato solo sull'esistente (Ponte Nuovo, svincolo di via Tirino, parcheggi di scambio, asse via Caravaggio-via Ferrari), cioè su cose che avevamo pensato noi, mentre non ha progettato una sola opera sul traffico".

LA REPLICA DEL COMUNE

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Qualità dell'aria: Blasioli (Pd) a muso duro contro Comune e Regione

IlPescara è in caricamento