Cronaca

Punteruolo Rosso, parte la rimozione delle palme morte e la cura di quelle recuperabili

Al via il cantiere, finanziato dal Comune, per la rimozione di 40 palme colpite da punteruolo rosso che sono ormai morte. Contemporaneamente partiranno anche i trattamenti fitoterapici per quelle ancora recuperabili

Rimozione delle piante ormai morte ed irrecuperabili, e cura di quelle ancora salvabili.

E' quanto prevede il piano messo a punto dall'amministrazione comunale per quanto riguarda l'emergenza del punteruolo rosso, l'insetto che ha distrutto moltissime palme in città.

Domani partirà il cantiere che prevede 100 mila euro di lavori per 170 giorni complessivi, affidato alla ditta Valmavone, che prevede la rimozione di 40 piante già morte ed interventi di manutezione su lecci, platani e tigli.

L'ARSSA, ricorda l'assessore Santilli, nel 2010 ha certificato Pescara come zona endemica per il punteruolo, e quindi ormai l'unica soluzione attuabile è quella di rimuovere tempestivamente le piante morte e cercare di salvare quelle ancora in vita con interventi specifici.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Punteruolo Rosso, parte la rimozione delle palme morte e la cura di quelle recuperabili

IlPescara è in caricamento