rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca

Provocava incidenti e si faceva risarcire, in manette per truffa

Un 29enne è stato arrestato a seguito di una serie di incidenti stradali provocati ad arte sull'asse attrezzato. L'uomo deve rispondere di truffa, ricettazione, falso, sostituzione di persona, violenza privata e minacce

Un 29enne di Orsogna e’ stato arrestato dalla polizia stradale di Pescara, su disposizione del Tribunale del capoluogo adriatico, a seguito di una serie di incidenti stradali che avrebbe provocato ad arte sull’asse attrezzato che collega Pescara con Chieti.

L’uomo e’ ai domiciliari e deve rispondere di truffa, ricettazione, falso, sostituzione di persona, violenza privata e minacce. Il suo obiettivo era quello di farsi risarcire e, in base a quanto si apprende dalla polizia stradale, il 29enne usava sempre la stessa tecnica: con l’auto si metteva sulla corsia di sorpasso e poi frenava, facendosi tamponare.

Le auto da lui utilizzate venivano rottamate e non sistemate con le somme ottenute a titolo di risarcimento dall’assicurazione e, per l’accusa, oltre a farsi refertare faceva figurare dei trasportati che in realta’ non esistevano.

Inoltre si sarebbe presentato come un poliziotto, dicendo che la sua auto apparteneva alla polizia. Tra l’altro usava carte di identita’ altrui, smarrite o rubate, dalle quali staccava la foto per applicare la sua, e forniva sempre identita’ diverse.

E’ stato perquisito dagli agenti che gli hanno trovato vari documenti, postamat, bancomat e libretti di risparmio intestati ad altri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Provocava incidenti e si faceva risarcire, in manette per truffa

IlPescara è in caricamento