rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca

La Provincia punta a risanare e riqualificare il fiume Pescara

Risanamento e riqualificazione del "corridoio ecologico d'acqua" del fiume Aterno-Pescara. Sono questi gli obiettivi che la Provincia di Pescara si è impegnata a perseguire

Risanamento e riqualificazione del "corridoio ecologico d'acqua" del fiume Aterno-Pescara. Sono questi gli obiettivi che la Provincia di Pescara, presieduta da Antonio Di Marco, si e' impegnata a perseguire approvando una delibera in Consiglio provinciale. La seduta di oggi si e' svolta nella sede della Capitaneria, alla presenza del comandante Enrico Moretti, del vice sindaco Enzo Del Vecchio e di altri rappresentanti del Comune, nonche' di alcune associazioni ambientaliste.

La Provincia ha deciso di muoversi su piu' fronti, anche con i Comuni, per raggiungere una serie di traguardi, indicati nella delibera approvata dall'assise: estensione dell'attivita' di controllo anche all'esecuzione dei lavori di estrazione dei sedimenti, per evitare che vengano depositati sugli argini del fiume; potenziamento dei controlli relativi agli scarichi nel corso d'acqua attraverso il coordinamento delle figure preposte e realizzazione di un sistema stabile di monitoraggio; miglioramento dell'efficienza depurativa degli impianti esistenti attraverso la concentrazione degli stessi e il contestuale utilizzo, per quelli al servizio di piccoli agglomerati, di sistemi naturali di affinamento dei reflui (fitodepurazione o lagunaggio); rinaturalizzazione delle aree umide per il recupero e la conservazione della biodiversita' anche con la finalita' di riduzione del rischio idraulico; realizzazione di una serie di percorsi tali da costituire una rete integrata di piste ciclabili che favoriscano un elevato grado di mobilita' ciclistica nel territorio provinciale, finalizzata alla promozione dello sviluppo di un turismo eco-compatibile valorizzando le aree ad alto pregio ambientale, culturale e storico.

Si lavorera' anche su altri punti, pure questi indicati in delibera: recupero, riqualificazione ed uso eco-compatibile della via d'acqua, attraverso un progetto di navigabilita' per scopi turistico-ricreativi e di trasporto pubblico di persone, con la realizzazione di approdi; realizzazione nelle scuole di un progetto di educazione e formazione sulla cultura marinara e di educazione al rispetto e alla sicurezza del mare per responsabilizzare i ragazzi nei confronti del patrimonio naturale che costituisce l'ambiente in cui vivono e di educarli ad un sano rapporto con il mare nelle sue varie dimensioni.

Su proposta dei consiglieri Marinelli, Lattanzio, D'Incecco e Testa, per alcune azioni ci si avvarra' delle risorse del programma pluriennale Life per il periodo 2014-2017. Stamani e' emerso che dai controlli della polizia provinciale sono stati trovati degli scarichi a fiume, senza passare dal depuratore, sul Saline, sul Tavo e sul Pescara, e sono state comminate delle sanzioni.

Di Marco ha parlato di "un fiume compromesso" e ha annunciato che l'attenzione sul Pescara proseguira' anche con altre iniziative, rispondendo cosi' a un richiamo di Testa sulla mancanza alla riunione di alcuni attori istituzionali importanti come Regione, Ministero e Provveditorato per quanto riguarda le problematiche del porto in merito al dragaggio. Un "corretto uso del fiume" e' stato auspicato anche da Moretti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Provincia punta a risanare e riqualificare il fiume Pescara

IlPescara è in caricamento