Cronaca

Prostituta malata di Hiv: scatta la psicosi fra i clienti in città

Dopo l'appello lanciato dalla Questura relativo ad una prostituta stradale affetta da Hiv ed Epatite C e che avrebbe avuto diversi rapporti non protetti con i clienti, è boom di test e richieste di informazioni

Non è passata inosservata la notizia lanciata dalla Questura di Pescara due giorni fa, riguardante la presenza lungo le strade cittadine di una prostituta italiana 35enne affetta da Hiv ed Epatite C che avrebbe avuto rapporti non protetti con diversi clienti. Proprio il dirigente della Squadra Mobile Muriana aveva lanciato un appello a tutti coloro che hanno o necessitano di maggiori informazioni a rivolgersi agli uffici della Questura dove saranno ascoltati garantendo il massimo dell'anonimato.

PROSTITUZIONE STRADALE, SGOMINATE 5 BANDE

Intanto presso l'Ospedale di Pescara già numerosi clienti si sono rivolti all'Unità di Malattie Infettive diretta dal prof. Parruti per sottoporsi ai test e l'invito dei medici è quello di sottoporsi il prima possibile all'esame qualora ci siano stati rapporti a rischio, ovvero consumati senza l'utilizzo del preservativo o con l'eventuale rottura di quest'ultimo. E' fondamentale infatti arrivare ad un'eventuale diagnosi in tempi rapidi per avviare subito il trattamento farmacologico ed impedire al virus dell'Hiv di arrivare allo stadio di malattia conclamata, ovvero l'Aids.

Per informazioni:  085 425 2436 -085 425 2661

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prostituta malata di Hiv: scatta la psicosi fra i clienti in città

IlPescara è in caricamento