Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Prodotti cinesi irregolari e poco sicuri: maxi sequestro della Guardia di Finanza

Le fiamme Gialle pescaresi dopo una lunga indagine sono riuscite a scovare tre capannoni nel Lazio dove erano custoditi circa 55 mila prodotti elettronici non a norma destinati anche al mercato pescarese

Importante operazione della Guardia di Finanza di Pescara, che ha sequestrato circa 55 mila prodotti cinesi di elettronica per un valore di oltre 3 milioni di euro sul mercato. L'indagine è scattata a seguito del monitoraggio dei canali di vendita online dei prodotti che, come dimostrato dai finanzieri, erano destinati anche al mercato locale pescarese.

Una volta ricostruita l'intera filiera, è scattato il sequestro all'interno di tre capannoni in provincia di Roma. Rinvenuti 11.000 smartphone di ultima generazione, n. 500 tablet, n. 3.500 droni e n. 40.000 articoli di vario genere, tra cui sistemi di allarme, elettrodomestici, videocamere e giocattoli.

Il proprietario dei magazzini è stato denunciato e sanzionato con multe pari a 25 mila euro. I prodotti non possedevano la certificazione di legge riguardante la sicurezza e dunque potevano creare potenziali pericoli per i consumatori, considerando che molti erano anche destinati ai bambini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prodotti cinesi irregolari e poco sicuri: maxi sequestro della Guardia di Finanza

IlPescara è in caricamento