Venerdì, 12 Luglio 2024
Cronaca

Oltre alle liste d'attesa la procura pescarese ora indaga anche sulle "pre-liste"

Si allarga l'inchiesta della procura di Pescara riguardnate le liste d'attesa per le prestazioni sanitarie pubbliche

Si allarga l'inchiesta della procura di Pescara riguardante le liste d'attesa. Come riporta Ansa, infatti, i magistrati hanno avviato indagini contro ignoti e senza ipotesi di reato per ora, contro le pre-liste d'attesa,. Le pre liste, considerate "pratica illegale" di cui farebbero uso tutte le Asl e difese in una nota dai quattro manager, rappresenterebbe uno strumento che peggiora, se possibile, ancora di più la situazione.

E le indagini della polizia giudiziaria continuano a ritmo serrato sia con l'esame della copiosa documentazione sequestrata nel corso del blitz dello scorso 20 giugno nelle sedi della Asl, dell'assessorato e del dipartimento alla salute della Regione, che hanno la responsabilità diretta delle liste di attesa e dell'Agenzia sanitaria regionale, a cui da qualche mese la Regione ha affidato il compito di mettere in campo una strategia volta ad accorciare tempistiche delle visite. Ricordiamo che la sanità abruzzese ha un buco di 22 milioni di euro che ha costretto la maggioranza regionale di centrodestra riconfermata alle elezioni del 10 marzo scorso alla guida dell'ente per la prima volta nella storia, ad approvare a tempo di record una copertura del deficit di 68 milioni di euro al fine di evitare un nuovo commissariamento da parte di Roma

Una delle misure messe in campo è la presentazione da parte dei direttori generali della quattro Asl di piani di razionalizzazione della spesa da attuare immediatamente, per far fronte al deficit che sarà macinato nel 2024: una norma voluta dal consiglio regionale, in particolare dal presidente della commissione sanità, Paolo Gatti, di FdI, contro il parere della Giunta, in particolare del governatore, Marco Marsilio, anche lui di FdI, e dell'assessore alla salute Nicoletta Verì, ex Lega ora lista del presidente, non rieletta alle elezioni ma confermata assessore come esterna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oltre alle liste d'attesa la procura pescarese ora indaga anche sulle "pre-liste"
IlPescara è in caricamento