Il processo per l'omicidio di Jennifer Sterlecchini arriva in Cassazione a settembre

Il ricorso all'ultimo grado di giudizio è stato presentato dal legale di Davide Troilo, che uccise la compagna che lo aveva da poco lasciato al culmine di una lite il 2 dicembre 2016

Si terrà il 18 settembre prossimo l'udienza in Cassazione per il processo relativo all'omicidio di Jennifer Sterlecchini, la 26enne pescarese uccisa dall'ex compagno il 2 dicembre 2016. L'udienza si doveva tenere ad aprile ma a causa del Coronavirus è stata rimandata in autunno.

Il ricorso in cassazione è stato presentato dall'avvocato Giancarlo De Marco, difensore di Davide Troilo che colpì a morte con 17 coltellate la ragazza che da poco lo aveva lasciato. Il 24 gennaio 2018 Troilo fu condannato a 30 anni di reclusione con il rito abbreviato per omicidio volontario aggravato per futili motivi, sentenza confermata il 14 marzo scorso dalla corte d'assise dell'Aquila.

Secondo l'avvocato, non ci sarebbero i presupposti per i futili motivi, contestando anche la mancata concessione delle attenuanti generiche e della richiesta di una nuova perizia psichiatrica sull'uomo. L'omicidio avvenne in via Acquatorbida a Pescara, dove i due vivevano prima che la relazione s'interrompesse per volontà di Jennifer.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, l'Abruzzo non uscirà dalla zona rossa il 4 dicembre: manca solo l'ufficialità

  • Cosa mangiare per rafforzare le difese immunitarie: 6 alimenti per fare il pieno di energia

  • Covid, dal 29 novembre cambiano i colori delle Regioni: l'Abruzzo resterà zona rossa almeno fino al 3 dicembre

  • L'Abruzzo resterebbe zona rossa fino al 10 dicembre in base al decreto, ma Marsilio punta ad anticipare

  • Carenza di vitamina D: 10 alimenti per integrarla e rafforzare il sistema immunitario

  • Marsilio annuncia: "Proroga di una settimana della zona rossa per l’Abruzzo"

Torna su
IlPescara è in caricamento