rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

Processo Mare-Monti, nuovo rinvio dell'udienza: si torna in aula il 10 aprile 2018

Il Tribunale collegiale di Pescara ha rigettato la memoria depositata e illustrata in aula dal pm Gennaro Varone, che sosteneva la tesi dell'estinzione della responsabilità amministrativa nell'ambito del processo

Il Tribunale collegiale di Pescara ha rigettato la memoria depositata e illustrata in aula dal pm Gennaro Varone, che sosteneva la tesi dell'estinzione della responsabilita' amministrativa nell'ambito del processo "Mare-Monti" - sulla mancata realizzazione della Strada Statale 81 nell'area Vestina - alla luce della prescrizione scattata ad aprile scorso per il reato penale che dunque ha precluso l'emissione di un giudizio sul fatto.

La decisione e' giunta dopo un'ora di Camera di Consiglio. Il Tribunale, presieduto dal giudice Rossana Villani, si esprimera' invece nel corso della prossima udienza, fissata per il 10 aprile 2018, su due questioni di legittimita' costituzionale sollevate dai legali della Toto Spa e della Cra Spa e R&L Srl di Carlo Strassil.

Nel processo, iniziato nel 2008, erano imputati tra gli altri il presidente della Regione Abruzzo, Luciano D'Alfonso, e gli imprenditori Carlo, Alfonso e Paolo Toto. Al momento restano in piedi soltanto gli illeciti amministrativi, che chiamano in causa le imprese gestite dal gruppo Toto e da Carlo Strassil. Le difese, tuttavia, hanno sollevato due questioni di legittimita' costituzionale, sulla base di varie argomentazioni giuridiche, chiedendo l'estinzione del procedimento relativo all'accertamento degli illeciti amministrativi.

L'avvocato Augusto La Morgia, che assiste la Toto Spa, in particolare ha rimarcato, citando le norme di riferimento, "il contrasto con il dettame costituzionale nel momento in cui la sanzione applicata per un illecito amministrativo si rivela una sanzione penale vera e propria, come ad esempio avviene con l'interdizione dall'esercizio di impresa, che si sostanzia in una sorta di condanna a morte per una societa', che tuttavia si sia uniformata alle previsioni di legge".

In aula era prevista l'audizione di circa quindici testimoni, che sono stati liberati dal giudice e che saranno eventualmente ascoltati in seguito, dopo le deliberazioni del collegio giudicante, qualora nella prossima udienza siano rigettate le questioni di legittimita' sollevate dalle difese.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processo Mare-Monti, nuovo rinvio dell'udienza: si torna in aula il 10 aprile 2018

IlPescara è in caricamento