Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Processo Ciclone, Chiulli: "Ho pagato tangenti a Cantagallo"

Si è aperto ieri il processo Ciclone riguardante le presunte tangenti per gli appalti nel comune di Montesilvano. Chiulli: "Ho pagato tangenti al sindaco Cantagallo"

Si è aperto ieri il processo Ciclone riguardante le presunte tangenti per gli appalti nel comune di Montesilvano.

Ieri ci sono state le prime testimonianze, fra cui quella del titolare della Green Service Chiulli, che ha ammesso di aver pagato tangenti all'ex sindaco Cantagallo ed agli ex assessori Di Blasio e Di Febo per ottenere lavori.

Chiulli ha raccontato i dettagli riguardanti i pagamenti, avvenuti, a suo dire, dal 2001 al 2006, con cifre che variavano a secondo dell'anno.

Nel 2004 i pagamenti sarebbero avvenuti dopo l'elezione di Cantagallo come primo cittadino. L'imprenditore afferma di aver custodito un pianoforte di Cantagallo come giustificazione per alcuni assegni trovati dalla Guardia di Finanza nell'abitazione del sindaco.

Chiulli ha anche parlato dei pagamenti e dei beni dati agli assessori, affermando che Di Febo gli avrebbe chiesto altri soldi oltre a quelli già pagati che gli sarebbero serviti per il matrimonio della figlia.

L'architetto Colangelo, invece, ha dichiarato di aver saputo dall'imprenditore Ferretti diu versamenti mensili in favore di Cantagallo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processo Ciclone, Chiulli: "Ho pagato tangenti a Cantagallo"

IlPescara è in caricamento