Cronaca Montesilvano

Processo ciclone: si parla di orologi e tradimenti in aula

Oggi in Tribunale a Pescara, per il processo "Ciclone" riguardante le tangenti al Comune di Montesilvano, ha parlato il Comandante dei Vigili Urbani Marsiglia, moglie di Nicola Zupo e presuna amante di Cantagallo

E' iniziata oggi, presso il Tribunale di Pescara, la requisitoria del pm Varone nell'ambito del processo Ciclone riguardante le tangenti al Comune di Montesilvano.

Nel processo, lo ricordiamo, è imputato l'ex sindaco Cantagallo.

Alla sbarra oggi il Comandante della Polizia Municipale Marsiglia, moglie di Nicola Zupo e presunta "amante" proprio di Cantagallo. Al centro del dibattito l'acquisto di un orologio da 11 mila euro che, secondo la Marsiglia, sarebbe stato acquistato per l'ex capo della Squadra Mobile e non per Cantagallo, al quale avrebbe chiesto solo un parere in quanto esperto di orologi. Incaricato dell'acquisto dell'orologio fu poi Di Pentima, con il quale ebbe una discussione in quanto l'orologio era privo di fattura e garanzia, ed intestato ad un'altra persona.

L'ACCUSA Varone ha parlato di un sistema che ha completamente snaturato la funzione amministrativa del Comune per scopi personali, per l'ingordigia degli imputati. La sentenza dovrebbe arrivare prima di Natale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processo ciclone: si parla di orologi e tradimenti in aula

IlPescara è in caricamento