rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca

Processionaria, a Pescara il caso della cagnetta Uva

E' già scattato a Pescara l'allarme per la Processionaria, un insetto che colpisce soprattutto i cani giovani o irrequieti, ma che può creare danni anche ai bambini piccoli

E' già scattato a Pescara l'allarme per la Processionaria, un insetto che colpisce soprattutto i cani giovani o irrequieti, ma che può creare danni anche ai bambini piccoli. Si tratta di bruchi con peli urticanti, che di solito cadono in primavera dai nidi situati sui rami dei pini e hanno l’aspetto di batuffoli di cotone: quest'anno, però, la Processionaria è arrivata in anticipo rispetto al previsto.

Il contatto con questi bruchi provoca forte irritazione, e se vengono ingoiati provocano lesioni al cavo orale. Come mai anche i bambini sono a rischio? Semplice: perchè potrebbero toccare i bruchi, attratti dalla loro caratteristica forma, una volta che li vedono a terra.

A Pescara c'è già stato un caso di Processionaria, quello della piccola cagnetta Uva, che fortunatamente si è salvata dopo essere stata curata dalla Clinica veterinaria Dannunziana.

"I cani – spiega il responsabile del pronto soccorso della clinica, Salvatore Gissara – esplorando il terreno vanno a leccare o, peggio, ingoiano questi bruchi. Nel migliore dei casi possono riportare ferite ai lati della bocca, come è accaduto a un maltese di otto mesi. Ma abbiamo curato e salvato anche la piccola Uva, meticcia di due anni, alla quale abbiamo dovuto amputare una porzione di lingua. Nella settimana di degenza da noi l’abbiamo alimentata con un sondino, poiché il dolore le impediva di mangiare. Una delle conseguenze più serie dell’essere entrati in contatto con la processionaria è, infatti, che il cane muoia di fame".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processionaria, a Pescara il caso della cagnetta Uva

IlPescara è in caricamento