menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Montesilvano: al Liceo Scientifico il "Circolo polare artico"

Lezione con cappotti e sciarpe per i ragazzi e gli insegnanti del Liceo Scientifico C. D'Ascanio. "Non un altro giorno di scuola al freddo, da domani si sciopera": l'ultimatum degli studenti

"A lezione con i pinguini": questo avranno pensato i circa trecento alunni del Liceo Scientifico "C. D'Ascanio" che da diverse settimane devono fare i conti con riscaldamenti inesistenti. O meglio, si tratta di un guasto alla caldaia che costringe alunni, insegnanti e personale ATA a dover indossare sciarpa e cappotto anche dentro lo stabile.

Il problema immediatamente segnalato alla Provincia è stato tuttavia trascurato. La denuncia arriva dai Giovani Democratici, organizzazione giovanile del Partito Democratico di Montesilvano. "Uno dei Rappresentanti di Istituto ci ha espresso la frustrazione degli studenti, già costretti a studiare in una struttura decadente e che assolutamente non rispetta le norme di sicurezza, ed ora afflitti anche da quest'ultima piaga" denuncia Vincenzo D'Ercole, coordinatore cittadino dei GD. "Il corpo degli studenti ha lanciato oggi l'ultimatum: non un altro giorno di scuola al freddo, da domani si sciopera", continua D'Ercole.

Il disagio che affligge il Liceo Scientifico in realtà non è una questione recente, anzi si tratta di un problema che dura da circa trentanni."Hanno scelto di sopportare fino ad oggi, attendendo pazientemente le riparazioni, speranzosi di poter riavere delle condizioni accettabili nella scuola" prosegue D'Ercole. "La definizione data dagli alunni della loro scuola è di una struttura inappropriata e precaria, delle condizioni invivibili. La scuola è il primo simbolo dello Stato per i giovani e queste situazioni contribuiscono ad incrementare il grande senso di sfiducia verso l'amministrazione pubblica dalla quale ci si sente ignorati."

"Il fatto che sia in costruzione il nuovo istituto, progettato ed appaltato dalle Giunte di Centrosinistra alla Provincia - conclude D'Ercole - non permette all'Amministrazione Testa di lasciare l'attuale sede in queste condizioni per settimane. Questa vicenda è la dimostrazione della lontananza dai problemi dei nostri Amministratori."

Alla denuncia del coordinatore cittadino di Giovani Democratici è seguita la risposta di Fabrizio Rapposelli, vicepresidente della Provincia di Pescara e assessore all’Edilizia scolastica: “Le strutture che ospitano attualmente il liceo scientifico “D’Ascanio” di Montesilvano non sono di proprietà della Provincia di Pescara. E, nonostante la solerzia dei nostri uffici tecnici per cercare di risolvere il problema del riscaldamento fuori uso, la questione non può che coinvolgere direttamente il proprietario degli immobili, che è stato già raggiunto dalle segnalazioni dell’Ente”.

“Il giovane rappresentante dei Democratici avrebbe potuto scrivere anche al proprietario dell’immobile, ma abbiamo pensato noi a contattarlo – dice sempre Rapposelli – e ci ha assicurato che provvederà a risolvere il problema al più presto per mettere fine ai disagi degli studenti della scuola. Quanto all’attenzione che questa amministrazione riserva al Liceo scientifico “D’Ascanio” è testimoniata dal massiccio investimento effettuato per la costruzione di un istituto nuovo di zecca da destinare a tutta l’utenza della città di Montesilvano e delle zone limitrofe”, spiega l’assessore. “Un’attenzione - conclude Rapposelli - che possiamo quantificare in circa 8 milioni di euro”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La torta della tradizione: come preparare la pizza doce

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento